Escursioniste disperse a Livata e Monte Gennaro, salvate grazie al Gps del cellulare

Escursioniste disperse a Livata e Monte Gennaro, salvate grazie al Gps del cellulare
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Luglio 2019, 10:57

Doppio intervento nel fine settimana per gli operatori del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico del Lazio. Il primo nel pomeriggio quando da Monte Livata è giunta una richiesta di soccorso tramite la Polizia  per una ragazza di 25 anni, originaria di Tivoli, che aveva perso l'orientamento su un sentiero e non era più in grado di procedere autonomamente. Sul posto è giunta una squadra di terra del Soccorso alpino che, dopo averla individuata grazie alle coordinate fornite tramite smartphone dalla stessa ragazza, l'ha raggiunta trovandola priva di conoscenza probabilmente a causa del forte caldo a cui è stata esposta. Alla ragazza sono state dunque prestate le prime cure e successivamente - visto il perdurare delle condizioni sanitarie instabili - è stato richiesto l'intervento dell'eliambualanza del 118 della Regione Lazio che è giunta sul posto con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino e il team sanitario. L'escursionista è stata elitrasportata al Policlinico Umberto I di Roma. Alle operazioni hanno partecipato anche gli uomini della Polizia, dei vigili del fuoco e dei carabinieri forestali.
Sabato pomeriggio un intervento simile sul Monte Gennaro,  per soccorrere una donna che aveva anche in questo caso perso l'orientamento. Grazie alle indicazioni di massima fornite telefonicamente dall'escursionista è stato facile per gli operatori della Stazione di Roma e provincia del Soccorso alpino capire esattamente la sua posizione. Sul posto è dunque giunta una squadra di terra del Soccorso alpino del Lazio che ha raggiunto la donna e la ha riaccompagnata alla macchina senza alcun intervento sanitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA