Lazio, incidenti stradali causati da bovini: paga la Regione. La sentenza del giudice di Pace

Lazio, incidenti stradali causati da bovini: paga la Regione. La sentenza del giudice di Pace
di Luigi Biagi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Aprile 2021, 18:49 - Ultimo aggiornamento: 18:53

Per gli incidenti stradali provocati dai bovini selvatici paga la Regione Lazio. A stabilirlo è la sentenza n. 5/2021 del Giudice di Pace di Segni, Paola Primicerj, che ha condannato la Regione a risarcire un automobilista con oltre 2.400 euro. Si tratta della prima volta che l'amministrazione regionale è ritenuta responsabile di un danno provocato da un bovino diventato selvatico. In passato, infatti, non era chiaro se un bovino inselvatichito potesse essere ritenuto parte della fauna selvatica.

Incidente contro una mucca: morti fidanzati 20enni nel Catanese, i corpi sbalzati dall'auto

Il ricorso presentato dall'avv. Fabrizio Di Paola, di Montelanico, riguardava un incidente avvenuto nel 2017 sulla strada regionale Carpinetana, tra i Monti Lepini. Quel giorno una mandria di bovini inselvatichiti si presentò sulla strada regionale e un animale salì sul cofano anteriore di una macchina, rompendo il parabrezza, il tergicristallo, ammaccando la carrozzeria e facendo altri danni. La proprietaria dell'autovettura ha allora fatto causa alla Regione.

Nella sentenza, il Giudice di Pace di Segni ha deciso che i bovini diventati selvatici fanno parte della fauna selvatica sulla base di due norme indicate dall'avv. Di Paola. La prima è l'art. 2 della legge 157/1992, la seconda è contenuta nell'art. 17 c. 51 della legge regionale n. 9/2017. In particolare, la norma regionale ha previsto la "possibile autorizzazione di piani di abbattimento delle forme domestiche di fauna selvatica e delle forme inselvatichite".

Tra gli elementi rilevanti che hanno fatto ritenere la Regione responsabile, c'è la mancanza di segnaletica stradale che indicasse la possibile fuoriuscita dalla vegetazione di animali selvatici, l'assenza di barriere e l'assenza di barriere o dissuasori sul tratto di strada. Elementi richiesti dal Codice della Strada per evitare l'insorgenza di situazioni di pericolo. E ovviamente il fatto che a fare i danni sia stato un bovino inselvatichito, ritenuto a tutti gli effetti parte della fauna selvatica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA