Coronavirus, l'epidemia arretra sensibilmente dai Castelli Romani fino al mare

Un giovane viene vaccinato nella Asl Rm6
di Luigi Jovino
3 Minuti di Lettura

Cala sensibilmente il numero delle persone positive al Coronavirus nel territorio dell’Asl Rm 6 - dai Castelli Romani al mare di Anzio e Nettuno - e non si fermano le iniziative per sostenere economicamente le persone colpite dalla crisi. La decrescita dei contagi è lenta ma costante e si spera che presto si possa ritornare alla normalità anche negli ospedali con la riapertura di reparti e ambulatori No Covid. «Nel nostro comune - spiega Carlo Colizza, sindaco di Marino - dopo aver superato abbondantemente il numero di 450 positivi, adesso si contano la metà dei contagiati (circa 225, lo 0,5% dei residenti, ndr). Dobbiamo, però, vigilare sempre perché la crisi sanitaria e quella economica non sono terminate».
Il comune di Marino fa sapere di aver nuovamente finanziato con 260 mila euro un Fondo per aiuti alle imprese. I titolari delle attività commerciali e produttive che devono pagare l’affitto dei locali riceveranno 2 mila euro. I proprietari delle mura in cui si svolgono le attività invece riceveranno un contributo di 1.000 euro.
Ai minimi termini il numero dei contagiati a Monte Porzio Catone, dove si contano appena 18 positivi (appena lo 0,2% degli abitanti). «Al drive in cittadino - fa sapere Massimo Pulcini, il sindace - sono stati effettuati in un mese circa 200 tamponi ma nessuno è risultato positivo. Spero proprio che si sia arrivati alla fine di questa terribile pandemia». In diminuzione anche il numero dei contagiati a Lanuvio che si attesta intorno alle 50 unità. Poco più di 100, invece, le persone positive a Grottaferrata (lo 0,48% della popolazione). Luciano Andreotti, sindaco della città, si impegna a completare il finanziamento per i titolari delle imprese economiche appena arriveranno i fondi messi a disposizione dal Governo e dalla Regione Lazio.
Scendono le percentuali anche a Velletri, una delle città più popolose dei Castelli. Tempo fa i positivi erano 480, mentre ora sono poco più di 220 (0,4% dei residenti, un contagio ogni corca 2230 abitanti). Anche ad Ariccia la curva dei contagi flette e si assesta intorno ai 50 casi. Secondo i dati diffusi dai comuni, i positivi a Castel Gandolfo sono 25, a Nemi 4 (praticamente nullla), mentre a Monte Compatri dopo l’impennata dei mesi scorsi oggi si contano 45 positivi. «Da noi - aggiunge Carlo Zoccolotti, sindaco di Genzano - il numero dei contagiati si assesta su circa 70 unità (su 24 amila abitanti). Raccomando ai concittadini di usare comune tutte le precauzioni».

Domenica 9 Maggio 2021, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA