Trattati di Roma, vietati tutti i voli sulla Capitale

Venerdì 24 Marzo 2017
1

In occasione degli eventi previsti per le celebrazioni del 60ø Anniversario della firma dei Trattati di Roma, su disposizione dell'Autorità di Pubblica Sicurezza, l'Enac ha deciso la chiusura dello spazio aereo sulla città di Roma e sulle aree circostanti. Dalle ore 6 di oggi 24 marzo, alle ore 23 di domani 25 marzo, sono vietati tutti i voli, inclusi quelli con velivoli ultraleggeri e i voli con i mezzi a pilotaggio remoto (droni), in un'area circolare avente un raggio di circa 10 chilometri dal centro della città.

Sono esclusi dal divieto i voli commerciali di linea e charter in arrivo e partenza dagli aeroporti di Roma Fiumicino e Roma Ciampino, i voli di Stato, quelli di emergenza e i voli sanitari. I voli VFR (Visual Flights Rules - voli a vista), sono vietati in un'area circolare di circa 65 chilometri di raggio dal centro della città di Roma. Maggiori dettagli e informazioni sono riportati nei relativi NOTAM (Notice to Airmen - avviso ai naviganti)».

Vaticano blindato. È una vigilanza serrata ma discreta quella in atto nella zona del Vaticano che nel pomeriggio vede transitare i capi di Stato e di governo europei per l'udienza con il Papa in occasione del 60.mo anniversario dei Trattati di Roma. Davanti a piazza san Pietro sono in corso controlli nei tombini e tutta la zona è pattugliata da forze dell'ordine e militari. Non si vedono in via della Conciliazione e in tutta l'area antistante piazza san Pietro i camion-bar né i venditori ambulanti di oggetti religiosi. Tuttavia si tratta di una vigilanza discreta in una zona come sempre affollata di turisti, pellegrini e gite scolastiche. Al momento non ci sono posti di blocco con controlli per le persone che transitano a piedi, come avviene invece nei giorni di Angelus e udienza generale.

Ultimo aggiornamento: 13:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA