Roma, Trasporti a rischio e corteo: lo sciopero blocca la città

Si ferma la città nel giorno delle donne. Otto marzo di lotta ma anche di caos per lo sciopero nazionale dei trasporti di 24 ore, a proclamarlo l'Unione sindacale di base, Cobas, Cub, Cgil, Cisl e Uil. Autobus, tram e metro fermi dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 in poi, non sono garantite le linee notturne in servizio dalla mezzanotte del 7. A rischio anche i collegamenti di Roma Tpl.
Lo stop dei trasporti rientra nel giorno di sciopero generale indetto per la Giornata internazionale della donna. Cortei in 70 paesi del mondo, in Italia è il movimento Non una di meno a guidare la mobilitazione contro tutte le forme di violenza di genere. I disagi saranno tanti, sulle strade dove già si circola a rilento per le buche, ma anche nelle scuole, negli ospedali e negli uffici, a Fiumicino e a Termini. Nel pomeriggio, alle 17, ci sarà anche il corteo Wetoogether.

MEZZI PUBBLICI

Metro A: attiva con riduzioni di corse, Metro B/B1:  attiva con riduzioni di corse, Metro C: regolare. Chiusa la
Roma-Lido. Termini- Centocelle: regolare. Roma-Viterbo, servizio urbano: attiva con riduzioni di corse; Exatrurbano: attivo. BUS E TRAM: possibili riduzioni di corse o sospensioni di linee. Verranno comunque rispettate le fasce di garanzia: bus, metro e tram saranno regolarmente in servizio fino alle 8,30 di stamattina e dalle 17 alle 20.
Per tutta la giornata l'amministrazione ha deciso di sospendere la Ztl, zona a traffico limitato, del centro e a Trastevere.


TRAFFICO
Si registrano code e traffico intenso sul Gra e rallentamenti in moltissime delle arterie principali della città: su via Ardeatina, via Laurentina, via Pontina, via Appia Pignatelli, via Prenestina, via Tiburtina, via dei Prati Fiscali, tangenziale est, via Tuscolana, via Cassia, via Nomentana, via Aurelia, via Ostiense e via del Mare.



Problemi anche a Fiumicino, con raffica di voli cancellati per la protesta dei controllori di volo dalle 10 alle 18. Trenitalia assicura che le Frecce circoleranno così come i treni di collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto Leonardo da Vinci. Ma gli altri viaggi rischiano di saltare per la protesta di Usb, Cobas e Usi da mezzanotte alle 21 di oggi. Per i treni regionali sono garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie dei pendolari, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Qualche taxi si troverà. «I tassisti aderenti alle nostre strutture svolgeranno regolarmente il proprio servizio», assicurano Fit- Cisl taxi, Uiltrasporti taxi, Ugl taxi e Fertaxi Cisal.
Ferma anche la raccolta dei rifiuti, con i cassonetti che torneranno a riempirsi. Ama ha comunque spiegato che saranno garantiti i servizi minimi essenziali: pronto intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme. Anche gli operatori del comparto funerario garantiranno i servizi indispensabili.

LE LEZIONI
A rischio le lezioni nelle scuole. Anche il Cub sanità e i Cobas sanità, università e ricerca scioperano a Roma per l'intero turno, si fermeranno nella Capitale i lavoratori dei servizi anagrafici. Alle 9,30 alla Sapienza è prevista una passeggiata femminista. La protesta - in tutti i settori pubblici e privati - è stata indetta da Slai Cobas, Usi, Usi-Ait, Usb.
Senza bus, metro e tram, con altissimo rischio ingorghi in tutta la città. In centro sfilerà inoltre il corteo delle donne. L'appuntamento è per le 17 a piazza Vittorio. Da lì, il corteo (parteciperanno anche Asia Argento e Miriana Trevisan) attraverserà piazza Esquilino per poi passare da via Cavour, Fori Imperiali e concludersi a piazza della Madonna di Loreto. Intanto il Campidoglio promette un presidio anti-violenza in ogni municipio. Tre stanno per essere attivati, a Tor Bella Monaca, Appio e Grotta Perfetta.
 
Giovedì 8 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 57
QUICKMAP