Roma, finto postino rapina farmacie: inseguito e arrestato tra gli applausi della folla

Roma, finto postino rapina farmacie: inseguito e arrestato tra gli applausi della folla
di Alessia Marani
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Settembre 2018, 22:56 - Ultimo aggiornamento: 23:03

Si fingeva postino per rapinare le farmacie. Aveva escogitato un sistema quasi infallibile per non destare sospetti tra i clienti e dirigersi a colpo sicuro verso i titolari delle rivendite: prima, martedì mattina, ha rubato un motorino delle Poste italiane, con tanto di pettorina catarifrangente e casco ufficiale, poi è passato all’azione. Subito, nella stessa giornata, ha fatto irruzione nella farmacia di piazza Sempione.

LEGGI ANCHE Roma, minaccia e rapina un disabile al Collatino: arrestato 50enne

Alle 13.20, l’uomo, 42 anni, romano, scarcerato da appena una manciata di giorni, invece di consegnare la posta, ha estratto una pistola e l’ha puntata verso i camici bianchi. Mercoledì mattina ha pensato di poterla fare franca di nuovo, presentandosi intorno alle 11 nella farmacia di via dei Monti Tiburtini 528. Invece, è stato sorpreso quasi in flagrante, inseguito e arrestato dall’equipaggio della Volante di turno nella zona. I poliziotti si sono fatti largo con destrezza tra auto e pedoni, tallonando lo scooter delle Poste in fuga, fino a quando il rapinatore è caduto ed è stato bloccato tra gli applausi di decine di passanti che avevano assistito alla scena tra viale Libia e piazza Gimma. Perquisito, il rapinatore-postino aveva ancora addosso l’arma e i soldi appena rapinati. Ora è rinchiuso a Regina Coeli. 

A luglio Federfarma Roma aveva rilanciato l’sos sicurezza per le farmacie della Capitale, sotto assedio di rapinatori ma anche di ladri specializzati nei furti notturni di soldi e farmiaci con auto-arieti. Nella sua farmacia di via di Torrevecchia, il presidente Vittorio Contarina ha appeso da tempo un cartello emblematico: «Vietato entrare indossando il casco». Valido, ora, anche per i (finti) postini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA