Roma, lanciò molotov dentro la discoteca Qube, denunciato un vicino: «Non sopportavo la musica alta»

Ha un volto l'uomo che la notte di domenica ha tentato di appiccare un incendio nei locali della discoteca Qube, di via di Portonaccio. I Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone lo hanno identificato dopo aver visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale. Si tratta di un 49enne romano, già noto alle forze dell'ordine anche come assuntore di stupefacenti, e abitante in un condominio adiacente la nota discoteca. È stato denunciato per incendio doloso e danneggiamento.

Ai Carabinieri ha detto:
«Non ne potevo più di sentire quella musica, era altissima. Ero infastidito dai continui schiamazzi di tutti i clienti che si fermavano all'esterno del locale». Dalle immagini passate al setaccio dai Carabinieri, si vede l'uomo danneggiare una porta a vetro e lanciare all'interno una bottiglia in plastica con un stoppino, contenente del liquido infiammabile. A segnalare l'accaduto ai militari era stato il gestore della discoteca che ieri mattina ha riscontrato i danneggiamenti. L'incendio non si è propagato ed è rimasto circoscritto alla bottiglia, senza provocare grossi danni.
Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-04-17 14:04:26
Ma a quella gente non puoi dire niente. Se non sei dei loro (lgbt) sei automaticamente oscurantista, razzista, omofobo, xenofobo, pollo ruspante. Cioe`, il credo del PD.
2018-04-18 05:59:36
Te non stai bene....hai la fissa del pd come Berlusconi ce l'ha per ....
2018-04-17 13:36:26
Episodio increscioso. Poteva accadere di peggio però il silenzio è d'oro e chi non dorme rischia gravi squilibri. Non ci sono regole per il divertimento e nessun rispetto per la vita di chi non vuole partecipare alle notti sfrenate
QUICKMAP