Roma, riapre il bunker di Mussolini a Villa Torlonia: nuovo allestimento e visite guidate

Giovedì 5 Luglio 2018 di Laura Larcan
Roma, riapre il bunker di Mussolini a Villa Torlonia: nuovo allestimento e visite guidate

La porta blindata del "duce" si sta per riaprire. Tutto pronto per l'inaugurazione del complesso sotterraneo del bunker e dei rifugi antiaerei voluti da Mussolini a Villa Torlonia, sotto il Casino Nobile, quando era la sua residenza privata di famiglia. La cerimonia di presentazione del nuovo allestimento museale è stata programmata per venerdì 6 luglio, con la partecipazione dell'assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo. E dal prossimo martedì 10 luglio partono le visite guidate.
 


Ce n'è voluto di tempo per arrivare di nuovo alla valorizzazione di questo monumento, chiuso dal 31 ottobre del 2016 e logorato dalla lunga forzata chiusura per la scadenza della vecchia concessione con il centro ricerche speleo archeologiche Sotterranei di Roma (l’inaugurazione avveniva nell’ottobre del 2014). Il bando per la nuova gestione del "museo", in consegna alla Sovrintendenza capitolina, è stato aggiudicato all’associazione Roma Sotterranea presieduta da Adriano Morabito, che ne guiderà le sorti per i prossimi tre anni, insieme al "gemello" bunker dei Savoia a Villa Ada. Per i fan della storia ora comincia il contro alla rovescia.

Protagonista, il famoso (leggendario?) bunker collegato alle antiche cantine sotto la villa trasformate in rifugi antiaerei che Benito Mussolini aveva fatto realizzare fra il 1940 ed il 1943 per garantire un riparo a se' e alla sua famiglia in caso di bombaramenti aerei nei sotterranei della sua residenza privata sulla via Nomentana. 

Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 00:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA