Il cardinale Sarah al Papa: «Stop ai fotografi a matrimoni e comunioni»

Giovedì 7 Aprile 2016 di Franca Giansoldati
4
CITTA' DEL VATICANO Poco interessato al fenomeno delle chiese sempre più vuote, tuttavia assai attento al rispetto delle prassi liturgiche, il Prefetto della Congregazione per il Culto Divino è sceso in campo per chiedere al Papa di bloccare i servizi fotografici durante i matrimoni, le comunioni e i battesimi. Troppa confusione, troppo poco rispetto verso i sacramenti e il luogo di culto. Il cardinale Robert Sarah, considerato un ultrà conservatore, ha fatto sapere di avere intrapreso i primi passi “per cacciare i fotografi”. Insomma, stop alle fotografie e alle riprese. “Ho incontrato il Papa alcuni giorni fa e gli ho detto che se vogliamo ritrovare la vera liturgia lui ha il potere di cacciare i fotografi dell'altare. Abbiamo trasformato le liturgie in uno spettacolo”.

Il cardinale Sarah ha parlato durante la presentazione un libro. 
Sarah ha poi puntato il dito contro quei "preti che si muovono 
sull’altare come conduttore televisivi", mentre il "Santissimo è 
stato inspiegabilmente declassato". "Assistiamo a deformazioni 
della liturgia - ha sottolineato - al limite del sopportabile". 
Insomma, una questione di disciplina da riportare all'interno dei ranghi.

  Ultimo aggiornamento: 8 Aprile, 09:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti