Lazio, Zingaretti e l'sms di Renzi: «Ma il Pd deve ripartire»

Zingaretti (Toiati)
di Simone Canettieri
«Sarà la volta buona?». Dentro il Tempio di Adriano, tutti si aspettano che Nicola Zingaretti - unica nota positiva nel pentagramma del dolore dem - dia se non l'annuncio almeno la mezza frase giusta. Che si caricherà sulle spalle - come Enea con Anchise - il vecchio e malconcio Pd. Non solo quello della Regione dove è riuscito a farsi rieleggere, nonostante il vento gelido del centrodestra e l'avanzata del M5S. Tutti si aspettano che questa volta non svicoli e che dica sono pronto, ci sono anche io per il dopo-Renzi.

LEGGI ANCHE: Regione Lazio, Zingaretti vince ma non ha la maggioranza
LEGGI ANCHE: Regionali, Pirozzi è a un passo dall'ingresso in consiglio
IL VIDEO: Raggi: «Ho sentito Zingaretti, lavoreremo insieme su agenda comune»
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 42
QUICKMAP