Contratto M5S-Lega: dal debito cancellato alla linea filo-Putin, è giallo sul programma

Contratto M5S-Lega: dal debito cancellato alla linea filo-Putin, è giallo sul programma
di Andrea Bassi e Diodato Pirone
E' proseguito anche ieri il confronto fra gli esponenti del Movimento 5 Stelle e della Lega sul programma dell'eventuale governo gialloverde. Restano sul tappeto parecchi nodi da sciogliere soprattutto di carattere politico ma uno spicca su tutti: cosa fare con l'Europa e dunque se rispettare o meno i limiti di defict pubblico imposti dai trattati stipulati con gli altri stati europei. Non a caso la giornata di ieri è iniziata con i segnali d'allarme lanciati da Bruxelles che ha ribadito di attendersi dall'Italia una...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2018-05-17 16:31:59
Salvini, vergognati, farai il servo a quell'incompetente di Di Maio, schiavo del comico e della Casaleggio associati. Nel conflitto d'interesse, cosa diranno per la Casaleggio??????????
2018-05-16 15:39:12
In caso di dissidi qual è il foro competente ? In passato anche Berlusconi firmò un contratto con gli italiani,,, abbiamo visto tutti a cosa è servito e soprattutto come è finito. Ma siete seri, se siete capaci !
2018-05-16 11:55:08
Questi incompetenti stanno veramente affossando l'Italia. Sono talmente pericolosi che se non li mandiamo a casa prima del tempo, i nostri figli si ritroveranno veramente con le pezze al c....
2018-05-16 11:02:55
Io, invece credo che abbiano le idee fin troppo chiare.Questa Italia non piace.Il 51% dei voti di Lega e 5S lo dimostrano.Ci si auspica un cambiamento radicale.Per 5 anni questo 51% di persone ha sopportato l'euro e il pd al governo.Ora tocca a voi sopportare.A Roma si dice "A chi tocca nun se n'grugna!"
2018-05-16 10:40:15
Il contratto rappresenterebbe una mediazione tra programmi tra loro non conciliabili, un programma terzo e diverso rispetto a ciò che in campagna elettorale ciascun partito aveva proposto agli elettori. Nel commercio questo compromesso segreto, questo cartello, si potrebbe definire quanto meno come pratica scorretta. E dunque già si parte male.
QUICKMAP