Usa, coppia lesbo ha una bimba con la fecondazione, ma nasce di colore. E loro fanno causa

Usa, coppia lesbo ha una bimba con la fecondazione, ma nasce di colore. E loro fanno causa
2 Minuti di Lettura
Martedì 14 Ottobre 2014, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 19:53

La coppia lesbo ricorre alla banca del seme per la fecondazione artificiale ma chiede un risarcimento danni dopo aver scoperto che lo sperma fornito era quello sbagliato: il donatore, infatti, era nero, e non bianco come richiesto.

Jennifer Cramblett e Amanda Zinkon, rispettivamente di 36 e 29 anni, sono due donne dell'Ohio che si sono sposate alla fine del 2011 a New York. Nel frattempo, si erano rivolte ad una banca del seme per avere un figlio, ed avevano scelto un donatore bianco.

Dopo l'inseminazione, Jennifer era rimasta incinta e qualche tempo dopo aveva chiesto alla banca del seme di isolare lo sperma nel caso in cui anche Amanda volesse decidere di dare alla luca un bimbo. E qui l'amara scoperta: per un banale errore nel codice numerico del donatore (380 anziché 330), il nascituro sarebbe stato figlio di un nero.

Pochi mesi dopo è venuta alla luce Payton, bimba mulatta: Jennifer e Amanda l'hanno accolta come dovrebbe fare ogni genitore, ma ora hanno chiesto un risarcimento danni di almeno 50 mila dollari alla banca del seme. «La zona in cui viviamo noi è quasi esclusivamente abitata da bianchi e spesso si verificano episodi di razzismo. Non pensiamo di essere pronte a crescere la nostra Payton qui, sappiamo benissimo cosa si prova ad essere discriminate per il proprio orientamento sessuale ma non per il colore della pelle», la spiegazione della coppia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA