Usa, «Non si fuma sul treno»: 44enne pestato a sangue da una gang

Venerdì 4 Agosto 2017 di Federica Macagnone
26

«In quei momenti pensavo solo: Dio, non lasciare che mi uccidano». Il 44enne Kennan Jones si sente un miracolato, dopo essere stato pestato a sangue da una gang di 6-7 ragazzi che lo hanno riempito di calci e pugni mentre gli sputavano in faccia e lo colpivano con uno skateboard.

A innescare una violenza così assurda, domenica sera, era bastata una sua richiesta mentre viaggiava a bordo di un treno urbano della Dallas Area Rapid Transit: voleva che quei ragazzi smettessero di fumare marijuana. A quel punto è scattato il finimondo: prima il pestaggio sul vagone, poi, quando Kennan si è alzato ed è sceso dal treno seguito dai ragazzi, il nuovo assalto sulla banchina. In un video, pubblicato su Facebook da un passeggero e diventato ormai virale, si vede l'uomo steso sul pavimento circondato dalla gang che si accanisce violentemente su di lui fino a quando viene lasciato solo e immobile a terra. Fortunatamente se l'è cavata con pochi danni, anche se il terrore vissuto in quegli istanti è stato enorme: portato in ospedale per varie ferite, tra cui alcune costole contuse, è stato medicato e dimesso subito.

Il video postato, però, ha aiutato le indagini della polizia, che era arrivata subito dopo l'aggressione: giovedì gli agenti hanno arrestato Jakobi Darion Hendrix, un 21enne di Dallas, mentre altri suoi complici dovrebbero avere le ore contate, visto che, grazie al filmato, sono stati individuati.

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani