TERREMOTO

Messico, il terremoto nello stesso giorno del grande sisma del 1985

Martedì 19 Settembre 2017 di Costanza Ignazzi
Una data funesta per il Messico: il 19 settembre del 1985 un terremoto di magnitudo 8 devastò il Paese provocando la morte di cinquemila persone. Trentadue anni dopo, il 19 settembre del 2017, due scosse in pochi secondi (magnitudo tra 6.8 e 7.4, secondo le prime informazioni) hanno di nuovo fatto tremare la regione di Città del Messico. 

Nel grande terremoto dell'85 412 palazzi crollarono e oltre tremila riportarono seri danni. L'area più colpita fu quella in cui erano concentrati gli ospedali: 13 ospedali furono distrutti, tra cui la torre dell'Hospital Juàrez, uno dei più antichi del Paese. Pazienti e personale morirono intrappolati. La metro fu bloccata e centinaia di persone tentarono in tutti i modi di uscire dai tunnel e risalire in superficie.

La mattinata del 19 settembre 2017 a migliaia erano scesi in strada per commemorare le vittime: il fischio delle sirene della Capitale aveva ricordato a tutti il terremoto che devastò il Paese e fatto partire un'esercitazione antisismica. A sfilare per le vie di Città del Messico soccorritori, familiari delle vittime, istituzioni. Tutti ignari che la storia si sarebbe, almeno in parte, ripetuta poche ore dopo. 

  Ultimo aggiornamento: 21:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani