URSULA VON DER LEYEN

Rubano impronte digitali da una foto: ministro della Difesa tedesco vittima degli hacker

Martedì 30 Dicembre 2014
Rubare le impronte digitali con un paio di foto si può: lo ha dimostrato uno dei membri del Chaos Computer Club, gruppo di hacker europei, scegliendo come cavia inconsapevole il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen. L'impresa è stata descritta da uno dei membri del gruppo, Jan Krissler, durante il congresso annuale. Le foto, da diverse angolazioni, erano state scattate durante una conferenza stampa, e con una semplice

elaborazione con un programma commerciale, ha affermato Krissler, è stato possibile ricostruire l'impronta quasi integralmente.



«Probabilmente - ha spiegato l'hacker - i politici indosseranno guanti in pubblico dopo questa conferenza». Non è la prima volta che il collettivo prende di mira le impronte digitali. Pochi giorni dopo l'uscita del primo iPhone con questo tipo di riconoscimento uno dei membri ha pubblicato le

istruzioni per ingannare il sistema, che però prevedevano di prendere l'impronta da un oggetto pulito maneggiato dal possessore dello smartphone.

Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 15:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA