Pordenone, vince la lotteria compra la moto dei sogni ma si schianta e muore

Giuseppe Bravin con la nipote
di Cristina Antonutti
Lo chiamavano il Cepo. Anche le cartoline gliele spedivano usando solo quell'affettuoso nomignolo che si portava dietro da sempre. Giuseppe Bravin, 64 anni, era amato da tutti. Ieri sera, quando la notizia della sua morte ha cominciato a circolare nessuno riusciva a darsi pace. Bravin, ex operaio che aspettava di andare in pensione, ha perso la vita a Dardago, frazione di Budoia, in provincia di Pordenone, guidando la sua Honda Cbr gialla, acquistata dopo tanti anni grazie a una fortunata vincita. La moto era la sua passione.

 
Mercoledì 25 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 26-04-2018 17:22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-04-26 13:31:25
In moto può morire in qualsiasi età. Gli ha detto male ma comunque ha coronato un sogno, ed e proprio chi non sogna che invecchia presto. Io ho 66 anni e ancora cavalco la mia BMW 1200, il giorno che non ne avrò più voglia, allora sì che starò invecchiando.
2018-04-25 19:54:51
tanta fortuna tanta sfortuna
2018-04-26 10:26:18
e forse anche un po' d'incoscienza a cavalcare una moto potente a questa età (io son più vecchio, e più invecchio più manca il fisico e bisogna far usar di più il cervello).
2018-04-26 12:58:07
ho 65 anni, guido la moto e gli scooter da quando ne avevo 16.....tutto questo per contraddire quanto scritto da "solobuonsenso"! non è questione di età ma di testa, direi che più si è avanti con l'età e più si è sensati. Che l'asfalto sia durissimo, se si cade, lo sanno benissimo le persone adulte e non i giovani spericolati che azzardano manovre assurde! Spiace per il Sig. Cepo sicuramente è stato vittima di una tragica fatalità, non crederò mai che abbia guidato spericolatamente !
QUICKMAP