Treno investe famiglia, la mamma ha cercato invano di salvare i figli

Giovedì 9 Agosto 2018
Treno investe famiglia, operata nella notte la madre dei due bimbi morti

REGGIO CALABRIA - Restano molto gravi le condizioni di Simona Dall'Acqua, la donna di 49 anni investita ieri pomeriggio a Brancaleone da un treno regionale mentre attraversava i binari per andare al mare assieme ai due figli di 6 e 12 anni, Giulia e Lorenzo, che sono morti entrambi.

LEGGI ANCHE Brancaleone, treno investe madre con due figli: piccoli morti, lei è grave
 

 

La donna, che è ricoverata nel reparto di Rianimazione del «Grande ospedale metropolitano» di Reggio Calabria, è ancora in coma. Ieri sera è stata sottoposta ad un intervento chirurgico protrattosi per alcune ore. La madre delle due vittime dell'incidente ha riportato un grave trauma cranico e fratture multiple. Le sue condizioni sono definite dai medici «gravissime». Più tardi la donna sarà riportata in sala operatoria per la stabilizzazione delle numerose fratture che ha subito.

Secondo le prime ricostruzioni, la donna e i due bambini stavano andando al mare quando la bambina è sfuggita al controllo della mamma. Il fratellino più piccolo si è messo subito a rincorrerla e la mamma immediatamente dietro, nel tentativo di fermarla. Il macchinista, vedendoli sul binario, ha tentato invano di arrestare la corsa del convoglio, che aveva a bordo una trentina di passeggeri e che era partito da Catanzaro Lido e diretto a Reggio Calabria.

Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 14:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelle prime uscite dei figli e i genitori fantasmi della notte

di Raffaella Troili