Tangenti grandi opere, Incalza ai domiciliari

Venerdì 3 Aprile 2015
Ercole Incalza

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Ercole Incalza, l'ex top manager delle Infrastrutture, coinvolto nell'inchiesta della Procura di Firenze sulle Grandi Opere. Lo ha deciso, come riferito dall'avvocato Titta Madia il quale ha espresso soddisfazione, il gip Pessuto.

In base a quanto si apprende la scarcerazione è stata legata al fatto che sono cessate le eccezionali esigenze di custodia cautelare richieste nel caso in cui l'arrestato abbia più di 70 anni. A determinare la cessazione delle eccezionali esigenze cautelari è stata in primo luogo il venire meno del pericolo di inquinamento delle prove legato anche all'acquisizione del materiale probatorio in seguito alle perquisizioni scattate il 16 marzo, giorno degli arresti. Alla luce della decisione del gip di Firenze, Angelo Pezzuti i difensori di Incalza hanno rinunciato al riesame.

Ultimo aggiornamento: 4 Aprile, 16:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA