Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Grecia, italiani picchiati dai tassisti: uno di loro rischia il distacco della retina

Zante
di Ferdinando Bocchetti
1 Minuto di Lettura
Lunedì 11 Agosto 2014, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 22:56
Brutta disavventura per tre giovani turisti napoletani, da qualche giorno in vacanza a Zante, una delle isole pi gettonate della Grecia. I tre, tutti di età compresa tra i 20 e i 25 anni, sono stati aggrediti l'altra notte da un gruppo di taxisti del posto mentre si trovavano a Laganas, cuore della movida dell'isola.



«Eravamo nel centro di Laganas in sella ai nostri scooter - racconta Salvatore - Al semaforo abbiamo affiancato alcuni taxi, quando ad un tratto siamo stati accerchiati da una decina di taxisti che ci hanno aggrediti verbalmente, accusandoci erroneamente di averli tamponati. Nemmeno il tempo di comprendere il reale motivo del diverbio e già erano partiti spintoni, calci e pugni».



Ad avere la peggio è stato Antonio, colpito con violenza all'occhio. Il ragazzo è stato trasferito d'urgenza presso il presidio ospedaliero locale. I medici, accertata la gravità delle ferite riportate, gli hanno consigliato di recarsi (a proprie spese) ad Atene, in quanto si sospetta un distacco della retina. Il giovane si è così imbarcato per la capitale greca, per eseguire ulteriori accertamenti. Come dire: oltre al danno, anche la beffa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA