Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pestato e ucciso in Spagna, via alle indagini della procura di Roma: body scanner sul corpo di Ciatti

Nicola Ciatti
1 Minuto di Lettura
Domenica 20 Agosto 2017, 15:13 - Ultimo aggiornamento: 21 Agosto, 11:30
Primi atti dell'inchiesta della procura di Roma per l'omicidio di Niccolò Ciatti, il giovane fiorentino ucciso in una discoteca di Lloret de Mar, in Spagna.

La notte scorsa alla clinica Gemelli di Roma il pm Tiziana Cugini ha assistito ai primi atti dell'indagine parallela a quella della magistratura spagnola: la salma di Niccolò Ciatti è stata esaminata con la tecnica detta del 'body scanner', una specie di tac che non è invasiva come l'autopsia, e sottoposta a un esame esterno da parte dei medici legali. Già questi risultati andranno a far parte del fascicolo dell'inchiesta della procura Roma. Era presente anche il sottosegretario alla giustizia Cosimo Maria Ferri che aveva accolto insieme agli inquirenti la salma all'aeroporto di Fiumicino e poi l'ha accompagnata al Gemelli dove l'accertamento si è protratto fino alle 2 della notte scorsa. Poi il cadavere di Niccolò Ciatti è stato trasferito a Scandicci (Firenze) per il funerali che si sono svolti nel pomeriggio, in una chiesa strapiena, nella sua città. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA