Ue, il braccio destro tedesco di Juncker fatto fuori da Van Der Leyen

Martedì 16 Luglio 2019 di Mario Ajello
Ursula Van Der Leyen ha promesso agli europarlamentari che la stanno votando che escluderà dal potere il vero padrone della commissione Ue uscente: il segretario generale e braccio destro di Jean-Claude Juncker, ossia il tedesco Martin Selmayr. Non sarà riconfermato nella sua carica attuale se la candidata designata dai ventotto Stati membri, diventerà presidente oggi pomeriggio.Lo ha detto la stessa von der Leyen in un incontro con la presidente del gruppo S&D Iratxe Garcia Perez che poi ha riferito al gruppo, riunito alla vigilia del voto, per decidere quale posizione assumere nei confronti della von der Leyen. La scelta di von der Leyen sembra, anche, una mossa per conquistare un margine più ampio di consensi nel gruppo dei Socialisti, apparsi finora ostili all’elezione di una candidata che arriva dal centrodestra tedesca e ha scavalcato l’ipotesi del laburista olandese Frans Timmermans. Selmayr è stato il vero terminale della potenza  tedesca in Commissione Ue, temuto e rispettato in questi anni da tutti gli interlocutori. Gli stessi che adesso vogliono vedere rotolare politicamente la sua testa. E molti degli italiani sono tra questi. Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il figlio non sta mai fermo la soluzione è tre sport in uno

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma