Definì Matteo Salvini «uno sciacallo», il pm chiede l'archiviazione per Ilaria Cucchi

Definì Matteo Salvini «uno sciacallo», il pm chiede l'archiviazione per Ilaria Cucchi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Dicembre 2020, 10:43 - Ultimo aggiornamento: 14:07

Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, aveva definito l'ex ministro dell'Interno «sciacallo» per alcune sue dichiarazioni sulla morte del fratello per la quale sono stati condannati alcuni carabinieri. Si terrà così il prossimo 23 febbraio davanti al gip di Milano l'udienza in cui si discuterà l'opposizione del leader della Lega Matteo Salvini alla richiesta di archiviazione depositata dal pm per la Cucchi.

 

Cucchi, due carabinieri imputati parte civile contro i colleghi: «Noi costretti da ordini»

La fissazione dell'udienza è stata resa nota sui social dalla stessa Ilaria Cucchi la quale riporta parte della richiesta di archiviazione in cui si afferma che «le dichiarazioni rese da Ilaria Cucchi devono essere valutate nel loro complesso, alla luce del clima di continui e pregressi attacchi alla figura del defunto fratello. Ne consegue che la frase pronunciata dal Senatore Salvini in concomitanza della emissione della sentenza di condanna - momento di forte dolore per la famiglia Cucchi allorquando sarebbe stato auspicabile il silenzio generale - abbia solo esacerbato gli animi dei parenti della vittima, inducendo l'indagata a proferire l'espressione sciacallo per mera reazione, con il palese intento di utilizzare tale termine nella reale accezione di chi approfitta cinicamente delle disgrazie altrui».

Io e Matteo Salvini siamo stati citati davanti al tribunale di Milano il 23 febbraio alle ore 14. Io come indagata e lui...

Pubblicato da Ilaria Cucchi su Mercoledì 23 dicembre 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA