COPRIFUOCO

Dpcm, l'ira dei comuni: «Il coprifuoco sulla movida è scaricabarile sui sindaci»

Domenica 18 Ottobre 2020
Dpcm, l'ira dei comuni: «Il coprifuoco sulla movida è solo scaricabarile sui sindaci»

Dpcm, le nuove misure sulla movida non piacciono ai comuni italiani. Il governo ha stabilito che i sindaci potranno vietare dalle 21 l'accesso alle piazze e alle strade della movida in presenza di situazioni troppo difficili da gestire. «Il governo, senza nemmeno affrontare il tema nelle numerose riunioni di queste ore, inserisce in un Dpcm una norma che sembra avere il solo obiettivo di scaricare sulle spalle dei sindaci la responsabilità del coprifuoco agli occhi dell'opinione pubblica. Questo non lo accettiamo. Ci saranno le forze dell'ordine a controllare le aree pubbliche in cui sarà vietato l'ingresso e a riconoscere residenti e avventori dei locali? I cittadini non si sposteranno da una piazza a un'altra? Nei momenti difficili le istituzioni si assumono le responsabilità non le scaricano su altre istituzioni con cui lealmente dovrebbero collaborare. I sindaci sono abituati ad assumersi le loro responsabilità. Vorremmo che tutte le istituzioni facessero lo stesso». Così il presidente dell'Anci, Antonio Decaro.

Dpcm, Salvini attacca Conte: «Una sola telefonata di un minuto, questa non è collaborazione»

Video

 

Roma valuta restrizioni. Il Campidoglio, sulla scorta di quanto dispone il nuovo dpcm, valuterà eventuali restrizioni nelle zone della movida in particolare nel fine settimana. Il dpcm infatti dà facoltà ai sindaci di disporre chiusure ad hoc in alcune zone della città dove si temono assembramenti. Già in passato, durante la prima ondata si era proceduto a controlli serrata e chiusure di zone particolarmente frequentare laddove non era possibile garantire il distanziamento sociale.

 

Dpcm, Conte: "Situazione critica. Sindaci potranno chiudere le piazze. Palestre, 7 giorni per adeguarsi"

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato in conferenza-stampa le nuove misure anti-contenute nel nuovo Dpcm . "Abbiamo appena approvato un nuovo Dpcm, frutto di un intenso dialogo con i ministri, le Regioni e il Cts.

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 12:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA