Federico Fashion Style a Live Non è la D'Urso: il parrucchiere delle star, tra polemiche e business da capogiro

Federico Fashion Style a Live Non è la D'Urso: il parrucchiere delle star, tra polemiche e business da capogiro
di Eva Carducci
4 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Gennaio 2021, 00:41 - Ultimo aggiornamento: 02:24

Arrivato in studio con la mamma Federico Fashion Style ha affrontato le sfere nel salotto serale di Live, non è la D'Urso. Tra palloncini al posto della carta stagnola, e lettini per mettere comode le clienti durante la tinta, il salone delle star del parrucchiere è noto per le sue stravaganze, ma anche per le clienti affezionate. 

Il primo a scagliarsi contro il parrucchiere è Giovanni Ciacci: «Come mostra questo video che abbiamo appena visto è tutto una baracconata senza fine. Mi sembra che tu sia un bravo parrucchiere, io ho lavorato con i più grandi, quindi me ne intendo. Però per te tutto è eccesso, tutto è circense. A cosa servono i palloncini? Le signore distese? Solo per fare una baracconata. Ripeto però, hai fatto degli ottimi lavori. Ha un suo gusto ben preciso, che a me personalmente non piace».

La lingua tagliente, come le sue forbici, non si fa attendere: «Detto da te, che è una baracconata, quando porti un pizzetto blu è tutto da dire. Il lettino è stato brevettato e venduto in America. Tu non lo sai, perché non hai i capelli, ma fare uno shatush da sdraiata, invece che seduta, è una pratica molto richiesta, ho la lista d'attesa piena». 

Video

Simona Izzo si schiera nel mezzo: «Nella categoria dei David di Donatello ci sono anche i premi per trucco e parrucco, quindi appoggio il suo lato artistico. Devi mettere apposto i congiuntivi però. Hai deciso cosa fare da grande? Lo showman o il parrucchiere?». 

In studio poi arriva Antonella Mosetti, ex cliente di Federico. Tra i due scoppiò la guerra per un conto, apparentemente non saldato, di 600 euro, con uno scontro feroce passato dai social ai salotti televisivi. Questa la versione della showgirl, in collegamento da casa: « Io non ce l'ho con nessuno, visto che sono una madre e una donna che lavora non mi piace che passi il messaggio contrario rispetto a quello che sono. Gli feci un assegno, la carta non è passata invece. La riconoscenza, ci tengo a questo. Ti ho introdotto io in questo mondo. Dovresti pagare tu me. Facciamo così, torno da te e ti pago il triplo, non è un problema di soldi per me».

La risposta di Federico: «Tu venivi da tanto tempo a farti i capelli, per un periodo ti ho messo gratuitamente le extension. Quando ti ho fatto il preventivo, perché comunque hanno un costo, mi hai confermato via messaggio il costo del servizio. L'assegno l'abbiamo incassato è vero, ma la parte che mancava non l'abbiamo incassata perchè la carta non passava. Mi hai bloccato al telefono, ci siamo incontrati in Sardegna, ti ho salutato e ti sei girata dall'altra parte. Io ti voglio bene, ci passo sopra, ma devi dire la verità. Non è che sei Kim Karsdashan che lo scambio in visibilità dura a vita». 

Lo scontro si basa su questo conto, ma più che la questione economica sembra l'orgoglio, di entrambi, a esser rimasto ferito. Ci mette una pezza la D'Urso e trova una soluzione pacifica, ma sarà veramente la fine della lite fra i due?

© RIPRODUZIONE RISERVATA