Anna Tatangelo, morta la mamma Palmira. Quando parlò della sua malattia in tv: «E' una roccia, mi ha insegnato moltissimo»

Anna Tatangelo, morta la mamma Palmira. Quando parlò della sua malattia in tv: «E' una roccia, mi ha insegnato moltissimo»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Settembre 2022, 10:26

«Mia madre è una roccia, un carrarmato. Mi ha insegnanto tanto in questi anni, tantissimo». Parlava così Anna Tatangelo, un anno fa, ospite di Mara Venier a Domenica In, quando scoppiò a piangere guardando una foto di sua madre, Palmira Vinci, morta a 67 anni dopo una lunga malattia. La Tatangelo, che ha un figlio Andrea di 12 anni, ha sempre tenuto molto alla propria privacy. Ma in questi anni, durante interviste tv, non è riuscita a trattenere l'emozione parlando della sua famiglia a cui è legatissima. «Ci sono momenti difficili nella vita, che possono servire per trovare la forza e far si che tu possa rialzarti. Abbiamo la possibilità di dire ai nostri genitori Ti voglio Bene, dobbiamo farlo. E’ una cosa che va detta», disse tra le lacrime.

Anna Tatangelo, morta la madre Palmina Vinci dopo una lunga malattia: aveva 67 anni

Nell'autunno del 2020, durante la prima puntata di All Together Now, di fronte alla storia di una concorrente, che ha parlato proprio della sua mamma e di una battaglia combattuta insieme, Anna non riuscì a trattenere le lacrime e scoppiò in un pianto che commosse tutti. 

La malattia

Palmira Vinci, l’amata mamma di Anna Tatangelo, era sposata da oltre quarant’anni con Dante Tatangelo, padre della celebre cantate. Insieme avevano quattro figli: Silvia, Maurizio, Giuseppe e la più piccola, Anna, l’artista di casa. La mamma era molto conosciuta a Sora dove gestiva insieme al marito e al figlio una pasticceria di famiglia che risale agli anni Sessanta, famosa per le sue ciambelle.

«I mie genitori - ha sempre raccontato Anna - mi sono stati sempre vicino. C’è stato un momento in cui mi sono fatta tanta forza per affrontare importanti problematiche di salute in famiglia, però mia mamma ovviamente mi fa sempre sentire figlia e forse anche più piccola di quella che sono. Si preoccupa di tutto in una maniera esagerata. Ci sono stati dei momenti in cui ho tirato fuori anche io la grinta per sostenerla e lo continuiamo a fare insieme. E' una nonna super protettiva». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA