San Francisco, la "casa" dei Flinstone è abusiva? La proprietaria vince la causa: i dinosauri non si muoveranno

La casa dei Flintstone
di Giampiero Valenza
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Giugno 2021, 10:11 - Ultimo aggiornamento: 10:13

Ha realizzato la casa dei Flintstone, con tanto di sculture giganti che richiamavano il cartone animato. Il Comune ha creduto fosse un abuso mettere enormi statue dei dinosauri e ha citato in causa la proprietaria, la donna d'affari Florence Fang. Alla fine ha vinto lei e il suo ambiente "preistorico" potrà restare in piedi. E’ quanto accaduto in un elegante sobborgo di San Francisco, a Hillsborough.

Per la città i dinosauri giganteschi e le sculture ad altezza naturale sarebbero stati un “pugno in un occhio” e si sarebbero tradotti in una violazione delle norme locali. È stato contestato anche il cartello che diceva “Yabba Dabba Doo”, celebre motto di uno dei protagonisti del cartone animato, Fred Flintsone.

Star Trek, è morta l'attrice Joanne Linville, fu l'unica "fidanzata" di Spock

Nel 2019 il Comune la porta in tribunale perché non avrebbe rispettato le sue ordinanze per sospendere i lavori di costruzione e per rimuovere le statue attorno ai 254 metri quadrati di casa. Ma alla fine ad aver ragione è stata la titolare, che dovrà semplicemente richiedere i permessi di costruzione. Hillsborough, invece, dovrà pagare 125.000 dollari “per coprire le spese” del procedimento giudiziario.

Fang ha anche sostenuto in passato di essere stata oggetto di una discriminazione razziale proprio per questa vicenda. Secondo quanto si legge sul Palo Alto Daily Post, il suo avvocato Angela Alioto affermò che altri residenti della zona non avrebbero dovuto richiedere permessi per le installazioni di statue o per i lavori di manutenzione, cosa che invece è stato chiesto a Fang. In pratica, non avrebbero ottenuto lo stesso trattamento da parte dell’amministrazione pubblica perché non sarebbero stati d'origine cinese.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA