Caos al Cremlino, Putin «circondato dai medici». Lo Zar curato anche durante le riunioni: le rivelazioni dello 007 inglese

Caos al Cremlino, Putin «circondato dai medici». Lo Zar curato anche durante le riunioni: le rivelazioni dello 007 inglese
di Alessandro Rosi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Maggio 2022, 13:58 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 18:33

Putin «è costantemente accompagnato da un team di medici». L'affermazione arriva da Christopher Steele, ex professionista dell'intelligence governativa britannica. E aggiunge particolari sullo stato di salute dello Zar, che è sempre più al centro dell'attenzione dopo che, nel febbraio scorso, ha invaso l'Ucraina scatenando la guerra tuttora in corso. 

Draghi agli studenti: «Ho chiesto a Putin la pace ma ha commesso un errore spaventoso, ho trovato un muro»

Putin e l'equipe di medici, cure «h24»

Per Steele, Putin «ha bisogno di cure mediche 24 ore su 24». Il declino della salute dello Zar sta portando il Cremlino nel caos. Sullo stato fisco (e mentale) di Putin ci sono ultimamente diverse speculazioni: dal cancro fino al Parkinson. Steele, che ha diretto il Russia desk dell'MI6 a Londra tra il 2006 e il 2009, ha detto alla LBC che i "dettagli esatti" della sua condizione non sono ancora noti, nemmeno ai suoi colleghi di alto livello.

Ucraini giustiziati dai russi a Bucha: il nuovo video che svela i crimini di guerra

Gli interventi tra le riunioni

Il presidente 69enne riceverebbe cure tra le riunioni del Consiglio di sicurezza, che si presume durino un'ora intera. Lui uscirebbe e riceverebbe «qualche tipo di trattamento medico tra le diverse fasi delle riunioni», ha dichiarato Steele. I commenti di Steele arrivano dopo che anche il generale maggiore ucraino Kyrylo Budanov ha affermato che il leader russo è gravemente malato di cancro e che in Russia è in corso un'operazione per rimuoverlo.

 

Le ultime indiscrezioni

La rivista New Lines ha ottenuto una registrazione audio di un oligarca vicino al Cremlino che descrive il guerrafondaio russo come «molto malato di cancro». New Lines afferma che un "promemoria top-secret" è stato inviato dall'FSB, l'agenzia di sicurezza interna russa, a tutti i suoi direttori regionali con l'istruzione di non fidarsi delle voci sulle condizioni terminali del Presidente. Christo Grozev, responsabile delle indagini di Bellingcat, ha dichiarato: «I direttori sono stati ulteriormente istruiti a dissipare qualsiasi voce in tal senso che possa diffondersi all'interno delle unità locali dell'FSB».

© RIPRODUZIONE RISERVATA