Patrigno la lancia contro il ventilatore, bimba di 6 mesi muore. «Stavano giocando»

Mercoledì 2 Ottobre 2019
Lancia neonata contro il ventilatore per errore, muore bimba di 6 mesi. «Stavano giocando»

Una bambina di 6 mesi è morta dopo che il suo patrigno l'ha lanciata accidentalmente in un ventilatore da soffitto. È successo a Caucete in San Juan, in Argentina, dove il 26enne Jesus Michel Zalazar è stato arrestato per la morte della piccola Giuliana del Valle Sotoyan. Seconda i media locali, l'uomo stava giocando con la bambina quando, lanciandola in aria, questa è andata a sbattere nelle pale del ventilatore. 

LEGGI ANCHE Porta il ventilatore in ufficio: licenziato, ma il giudice lo fa reintegrare

Inutili i tentativi dei medici dell'ospedale Guillermo Rawson, la piccola Giuliana è morta per una grave ferita alla testa. Il tragico evento, in inoltre, sarebbe avvenuto durante una riunione di famiglia e i parenti della piccola avrebbero anche cercato di linciare il patrigno responsabile della sua morte. Inizialmente l'accusa era di semplice "negligenza", ma in seguito il giudice l'ha tramutata in "omicidio". 


Aldana, la zia della vittima, ha raccontato ai media locali: «Mia sorella (la madre della bambina) stava cucinando e gli ha detto che il pasto era pronto, poi ho iniziato ad apparecchiare la tavola. Jesus aveva la bimba e stava giocando con lei in salotto. Improvvisamente, ho sentito un colpo al ventilatore e, quando l'ho guardato, Jesus la teneva contro il petto con la camicia insanguinata. Gli ho detto "cosa hai fatto?". E ci siamo precipitati fuori per chiedere aiuto a un vicino per andare in ospedale. Mentre andavamo in ospedale mi diceva "non ho fatto niente, Aldana, non ho fatto niente"».

 

Ultimo aggiornamento: 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA