Guinness, la maledizione (infinita) della dinastia di birrai: morto anche Henry Channon

L'uomo è solo l'ultimo di una triste lista. Nel 1986 la sorella, Olivia, morì per overdose in una festa ad Oxford

Guinness, la meledizione della dinastia: morto anche Henry Channon. La storia (infinita) di disgrazie
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Ottobre 2021, 14:08 - Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre, 10:13

Nel Regno Unito la chiamano la maledizione della Guinness. Sabato è morto Henry Channon, un membro della dinastia di birrai: l'uomo, figlio milionario di un ex ministro del governo conservatore, è morto in casa a 51 anni dopo aver combattuto per mesi con un brutto male. La sua è l'ultima tragedia che ha colpito la famiglia dopo che sua sorella maggiore, Olivia Channon, è morta per overdose all'università di Oxford, nel 1986. 

E prima di loro il padre, Paul Channon (poi Lord Kelvedon), che prestò servizio come ministro di Gabinetto nei governi di Edward Heath e Margaret Thatcher: lui morì nel 2007 dopo una lunga battaglia contro l'Alzheimer. La vedova Lady Kelvedon morì due anni dopo.

Paul Channon era il figlio del diarista americano Sir Henry 'Chips' Channon e Lady Honor Guinness, ed ereditò la sua parte di eredità della famiglia Guinness.

La nuova Dublino tra design, tecnologia e locali cool

La storia

Channon aveva solo 16 anni quando sua sorella maggiore Olivia è morta per overdose di eroina poco prima di laurearsi all'Università di Oxford, durante una festa organizzata da un amico nella sua stanza al Christ Church College. Dopo la morte di Henry Channon c'è solo Georgia, 55 anni, che è l'unica sopravvissuta dei tre figli. Il cugino di Olivia, Sebastian Guinness, anche lui presente alla festa, fu incarcerato per quattro mesi per possesso di droga e la sua migliore amica Rosie Johnston ricevette una condanna a nove mesi per spaccio.

Video

La famiglia Guinness, con un patrimonio stimato di circa 906 milioni di sterline, è stata quindi colpita da una serie di tragedie, che hanno fatto sì che in Gran Bretagna la loro fosse definita una "maledizione. L'erede della Guinness Tara Browne morì nel 1966 quando la sua auto passò con il semaforo rosso a Kensington, schiantandosi contro un furgone. Lady Henrietta Guinness si è lanciata da un ponte in Umbria nel 1978. Peter Guinness morì a 4 anni in un incidente d'auto nello stesso anno. Nel 2004 Robert Hesketh è morto nel sonno dopo aver assunto droghe a una festa in campagna. È stato trovato da sua moglie Catherine, figlia dell'erede della Guinness Lord Moyne. Per ultima, la scorsa estate l'ereditiera della Guinness Honor Uloth è morta in uno strano incidente in piscina all'età di 19 anni. Fino alla morte di Henry Channon. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA