Gilet Gialli, la protesta continua: altre 2 auto forzano blocchi un ferito

Domenica 18 Novembre 2018
1
Gilet Gialli, la protesta continua: altre 2 auto forzano blocchi un ferito

I blocchi stradali dei Gilet Gialli continuano in Francia e a metà giornata sono circa 150 secondo il ministero dell'Interno. Particolarmente prese di mira dalla protesta le autostrade A10 e A7, nel centro del Paese. La mobilitazione resta forte nelle regioni, soprattutto nel nord, dove è in corso un'«operazione-lumaca» sulla A1, l'autostrada che da Parigi porta in Belgio.

Gilet Gialli, cosa vuole il movimento anti-Macron che nasce dal web

Nel Pas-de-Calais, i dimostranti hanno occupato i caselli autostradali lasciando passare gratuitamente le auto. Alcuni manifestanti questa mattina sono andati anche a Disneyland, il parco divertimenti a una trentina di chilometri da Parigi, dove si sono insediati attorno alle barriere di ingresso. Sorvegliati dalla polizia, bloccano sette dei nove accessi e fanno entrare i visitatori dagli altri due, gratuitamente. Gli avventori salutano con simpatia l'iniziativa che fa loro risparmiare 30 euro della quota giornaliera di parcheggio.

A Saint-Quentin, a nord di Parigi, un automobilista bloccato dai manifestanti a una rotatoria prima dell'ingresso in città ha forzato lo sbarramento. Uno dei gilet gialli non ha avuto il tempo di scansarsi ed è stato trascinato per una quindicina di metri dall'automobile rimanendo gravemente ferito, soprattutto alla testa. È stato ricoverato in gravi condizioni. Episodio simile a Void-Vacon, nell'est, vicino a Nancy, dove un automobilista handicappato, preso dal panico, ha travolto 3 manifestanti, tutti ricoverati in ospedale ma in stato non grave. Intanto la automobilista che ieri ha investito in Savoia Chantal Mazet, 63 anni, uccidendola, è stata messa in libertà vigilata. È indagata con l'accusa di violenze volontarie e omicidio colposo.

Intanto, in un'intervista a Le Parisien, il ministro della Transizione ecologica, François de Rugy, afferma che, nonostante la grande mobilitazione del movimento dei "gilet gialli" il governo conferma che il primo gennaio entreranno in vigore gli aumenti dei carburanti, che rientrano nell'azione di Emmanuel Macron contro i cambiamenti climatici: «In materia di fisco ecologico, noi continuiamo nella direzione stabilita. Non farlo sarebbe irresponsabile». Secondo un sondaggio pubblicato oggi dal Journal du Dimanche, la popolarità di Emmanuel Macron scende ancora di 4 punti a novembre, arrivando al 25%. Mentre il premier Edouard Philippe scende di 7 punti, al 34%.

Emmanuel Macron oggi è a Berlino per partecipare alle manifestazioni commemorative per i caduti della Prima Guerra Mondiale e le vittime di tutte le guerre. Il presidente francese interverrà in Parlamento ed avrà un colloqui con Angela Merkel sulle riforme della Ue. L'incontro avviene dopo che venerdì Germania e Francia hanno raggiunto l'accordo sulla proposta di un budget comune per i Paesi dell'eurozona. La proposta mira a ridurre le differenze tra le economie nazionali dei 19 Paesi dell'eurozona, secondo quanto emerge da un documento dei ministri delle Finanze, Olaf Scholz e Bruno Le Maire, visionato dalle Dpa. La creazione di un budget comune a partire dal 2021 è stata prospettata a giugno dal presidente francese Emmanuel Macron e appoggiata dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. Macron avrà anche un incontro con giovani di entrambi i Paesi dal titolo «100 ideas for peace».

Ultimo aggiornamento: 20:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA