Elezioni Regno Unito, tracollo Labour: ai minimi dal 1935, processo a Corbyn

Giovedì 12 Dicembre 2019
1
Elezioni Regno Unito, tracollo Labour: ai minimi dal 1935, processo a Corbyn
È già iniziato il processo a Jeremy Corbyn per la disfatta del Labour annunciata dall'exit poll nel voto britannico di oggi. La Bbc nota che si tratta del peggiore risultato per il partito dal 1935 e il politologo Michael Thrasher afferma che Corbyn sarà ricordato tra «i peggiori leader laburisti della storia». Il cancelliere dello Scacchiere ombra, John McDonnell, braccio destro di Corbyn, rinvia da parte sua le decisioni su eventuali dimissioni ai risultati ufficiali. Ma ammette che il voto «è stato dominato dalla Brexit».

Elezioni Regno Unito, tracollo Labour: ai minimi dal 1935, processo a Corbyn


Il risultato laburista segnalato dagli exit poll (191 seggi), se confermato, è da considerarsi un tracollo per il partito guidato da Jeremy Corbyn. Deludenti anche i numeri attribuiti ai Lib-Dem, che otterrebbero soltanto 13 seggi, mentre 55 seggi andrebbero agli indipendentisti scozzesi (Snp). Da questi dati la nuova formazione guidata da Nigel Farage, il Brexit Party, non registra alcun seggio.

Nelle scorse elezioni, nel 2017, il partito laburista ottenne 262 seggi. Nella consultazione elettorale di due anni fa i conservatori, allora guidati da Theresa May, ottennero 317 seggi, sotto i 326 necessari per avere la maggioranza ai Comuni. I Tory guidati da Boris Johnson, stando a queste indicazioni, ne otterrebbero 50 in più. È considerata, poi, buona l'indicazione relativa agli indipendentisti scozzesi: gli exit poll vi attribuiscono 55 seggi, sul totale di 59 seggi scozzesi. I Lib-Dem, invece, nelle scorse elezioni di seggi ne ottennero 12 e in questa tornata speravano in un risultato migliore, sull'onda del dibattito sulla Brexit e della nuova leadership affidata a Jo Swinson.

  Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre, 10:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA