Disney vieta a un papà di mettere Spider-Man sulla tomba del figlio

Venerdì 5 Luglio 2019 di Alix Amer
Disney vieta a un papà di mettere Spider-Man sulla tomba del figlio

A un padre in lutto è stato negato il permesso di mettere una foto di Spider-Man sulla tomba del suo bambino, perché la Disney vuole preservare la “magia” dei suoi personaggi. Superfan di Marvel, Ollie Jones, quattro anni, è morto per un raro disordine genetico l’anno scorso, e la famiglia e gli amici gli hanno organizzato un funerale a tema Spider-Man, con una carrozza trainata da cavalli decorata con palloncini rossi e blu. Il ragazzino, di Maidenstone, nel Kent, aveva sofferto di leucodistrofia per due anni e la sua ultima vacanza era stata a Disneyland per incontrare il suo supereroe preferito.

uo padre Lloyd Jones chiese al consiglio il permesso di ottenere un’incisione di Spider-Man sulla lapide di Ollie, poiché voleva che l’immagine gli ricordasse suo figlio. I funzionari del Consiglio hanno detto a Lloyd di contattare la Walt Disney Company, che possiede la franchigia Marvel. Ma la Disney ha rifiutato di dare il via libera perché la compagnia voleva preservare «l’innocenza» e la «magia» attorno ai suoi personaggi. L’e-mail di rifiuto del colosso statunitense ha invece offerto alla famiglia devastata dal dolore, una cornice in celluloide personalizzata - in pratica una cornice d’azione presa da un fumetto o un film - che mostra una scena di Spider-Man, con un messaggio scritto a mano a Ollie. Papà di sei figli, Lloyd ha spiegato: «Non me lo aspettavo, è un altro duro colpo. Ero sicuro che lo avrebbero permesso». La sorella di Ollie, Laillah, 6 anni, soffre anche lei di leucodistrofia - una rara malattia genetica che danneggia il cervello, il midollo spinale e spesso i nervi periferici.

Scrivendo su Facebook per radunare il supporto per invertire la decisione, Lloyd ha detto: «I bambini contano solo quando sono vivi?». Una petizione online di un vecchio amico di Lloyd, Michael Farrow, che ha invitato la Disney a cambiare idea ha guadagnato quasi 1.900 firme. La ditta edile di Maidstone, Gallaghers, si è anche offerta di donare la lapide se il permesso viene concesso. Una portavoce del consiglio della città di Maidstone ha detto che avrebbero fatto tutto il possibile per aiutare la famiglia. 

Ultimo aggiornamento: 6 Luglio, 17:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani