BOLSONARO

Coronavirus, bufera su Bolsonaro: la protesta con le padelle per aver sottovalutato l'emergenza

Lunedì 23 Marzo 2020
video

Il tasso di diffusione del coronavirus in Brasile sta accelerando, già domani il bilancio potrebbe superare quota 3.000 contagi rispetto agli oltre 1.600 odierni e la tendenza è che raddoppi ogni 54 ore e 43 minuti. E non si placano le proteste a suon di padelle, la "panelação" da parte di molti brasiliani contro il loro presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, accusato di sottovalutare l'emergenza coronavirus: lo rende noto Rede Globo.

Anche nel fine settimana appena trascorso, fischi, grida e slogan del tipo "Fuori, Bolsonaro" sono echeggiati dalle finestre di tante abitazioni in varie città, in particolare a San Paolo e Rio de Janeiro, le più colpite dalla pandemia. Le proteste sono iniziate martedì scorso quando il capo dello Stato ha parlato, più volte, di «isteria» in relazione alla diffusione del virus e ha affermato che le scelte dei governatori di isolare i loro Stati hanno «danneggiato l'economia». Il 15 marzo, inoltre, Bolsonaro, invece di dare l'esempio evitando possibili contagi, ha partecipato a un evento organizzato da partiti e movimenti di destra, e ha salutato i suoi simpatizzanti a Brasilia, stringendo mani e prestandosi ai selfie. Il presidente ha intanto reso noto che anche il secondo test per il coronavirus a cui si è sottoposto è risultato negativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA