Eleonora Abbagnato, étoile in mostra in 25 scatti

Venerdì 14 Dicembre 2012
Eleonora Abbagnato

MILANO - Ricordano i dipinti di Degas i 25 scatti a Eleonora Abbagnato, prima ballerina dell'Opera Garnier di Parigi, catturati da Massimo Gatti e in mostra alla galleria Robilant+Voena di Milano fino al 15 gennaio 2013. Il fotografo, merchant banker con un passato da imprenditore d'assalto e un futuro da artista, ha seguito la danseuse per due anni in giro per i maggiori teatri d'Europa, ritraendola sia durante gli spettacoli che negli intimi momenti del backstage. Gatti, dopo aver pubblicato diversi libri di immagini e partecipato a mostre importanti fino alla Biennale di Venezia, ha deciso di dedicarsi alla ricerca dell'essenza stessa della danza attraverso i sogni, le ansie, le illusioni che vivono sui grandi palcoscenici. Le immagini, per i riferimenti culturali, le suggestioni di una ripresa leggermente mossa, lo studio delle inquadrature e della luce (senza mai usare flash o illuminazione aggiuntiva), rimandano alla grande pittura impressionista, stabilendo un raccordo con le suggestive rappresentazioni della danza nel passato. Gli scatti, dall'elegante equilibrio formale ed espressivo, essenziali e quasi astratti, confermano il ruolo di Gatti tra i protagonisti della fotografia contemporanea. «Eleonora è una mia cara amica e ci conosciamo da tempo, è stato un piacere lavorare con lei - ha raccontato il fotografo. Quel che mi ha attratto, oltre alla sua innegabile bellezza, è stata la grande presenza scenica. Il mix di forza e leggerezza, che guida ogni suo gesto, è per me fonte di ispirazione». La mostra, dopo Milano, viene ospitata a Los Angeles, al Chinese Theatre, nel periodo degli Oscar, a Londra e al Miami Art Base.

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 14:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA