Montefano, il Paperone posta su Facebook il biglietto vincente: «Farò beneficenza»

Il biglietto vincente
di Alessanndra Bruno
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Maggio 2015, 14:33 - Ultimo aggiornamento: 16:59
MONTEFANO - Maxivincita al "Turista per sempre", il paperone spunta su Fb e annuncia: «Farò beneficenza in gran segreto». Burla o verità? E' il dubbio che serpeggia tra gli abitanti di Montefano, dallo scorso 12 maggio. E' questa infatti la data in cui un misterioso avventore ha giocato 5 euro al popolare grattino, aggiudicandosi un montepremi da record: un milione e 740mila euro. Il biglietto vincente è stato acquistato nella tabaccheria Caporaletti, gestita dai fratelli Giacomo e Giorgio.



Il vincitore, una volta piovuta dal cielo la remunerativa novità, aveva lasciato sotto la serranda del negozio un foglio con la fotocopia del "Turista per sempre" in questione e la scritta "Grazie" con tanto di emoticon sorridente tracciata con un pennarello rosso. Ora si è iscritto a Fb con il nome "Bello Turistapersempre Fortunato", lontano anni luce dal voler essere riconosciuto in paese.



Vuole proteggere la sua identità, ma nelle info ha indicato che vive a Montefano e proviene da Recanati. Ha postato la foto del biglietto d'oro e l'immagine di una valigia piena di contanti, accompagnata dalla frase: «In questi giorni ho un pensiero fisso». Poi ha scritto: «Cari amici montefanesi il tecnico di mia fiducia mi ha confermato che a giugno arriveranno i soldi. Wow!».



Intanto il "ricco a sorpresa" ha inserito tra i suoi contatti proprio Giacomo Caporaletti, uno dei primi a cui ha inviato la richiesta d'amicizia. Pochi gli indizi, anche virtuali, ma abbastanza da solleticare un pizzico di sana invidia. Di certo c'è che il fortunato (o presunto tale) ha il cuore d'oro: tra una vacanza e un nuovo acquisto promette mission solidali, su consiglio di un altrettanto ignoto amico.



«Tutti si chiedono chi sia il vincitore - svela Giorgio, uno dei titolari della ricevitoria - il profilo Fb dovrebbe essere reale perché i numeri del biglietto postato in bacheca corrispondono a quelli della fotocopia lasciata sotto la saracinesca. Potrebbe essere diMontefano e aver citato Recanati per sviare un po' gli utenti. Quando i soldi saranno ritirati lo scopriremo attraverso il terminale, per ora possiamo solo fantasticare». Ogni ipotesi è prematura.



Così Giorgio scherza: «Se l'incasso non è stato ancora riscosso è difficile sospettare di qualcuno che cambia l'auto o prenota una crociera». In questi giorni i gestori sono presi d'assalto da aspiranti vincitori: «Da quando si è diffusa la notizia tutti vogliono tentare la sorte, sentiamo storie di ogni genere. Tantissimi montefanesi mi hanno raccontato di aver ricevuto telefonate da parenti lontani, che li hanno richiamati dopo sei o sette anni di silenzio, solo per sapere chi fosse il vincitore o se fosse proprio uno di loro. Avrò sentito almeno duecento persone raccontare un episodio simile».



La tabaccheria continua la lunga scia felice. «Ieri c'è stata una vincita di 1000 euro al Lotto, con una puntata da un euro e una da 500 euro con il gratta & vinci: forse è proprio vero, siamo una tabaccheria fortunata», chiude Giorgio.