Latina, in via Quarto il cantiere si mangia un metro e mezzo di marciapiede

Latina, in via Quarto il cantiere si mangia un metro e mezzo di marciapiede
2 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Novembre 2014, 12:39 - Ultimo aggiornamento: 15:33

LATINA - Si è ristretto il marciapiede in via Quarto dove sta sorgendo l’ormai famoso palazzo al posto dell’eucaliptus. In quella zona si avrà un curioso marciapiede: largo circa quattro metri normalmente, in quel tratto diventerà di 2,50, una sorta di zig zag. Tutto questo legittimamente effettuato dal costruttore e incomprensibilmente consentito dal Comune. Chi abita in quella zona non si dà pace, come è potuto succedere?

Ieri le ruspe hanno scavato proprio lungo il marciapiede, si vede chiaramente dalla foto, chi pensava che fossero lavori per installare condotte o consentire gli allacci e poi sarebbe stato ripristinato sbagliava. Lì il marciapiede resterà così, dimezzato. La spiegazione è che una parte era stata costruita dal Comune sull'area verde di proprietà privata e ora il privato si riprendere quel pezzo di terra, anche perché il palazzo sarà costruito a filo, unico caso in quella zona.

Per quanto riguarda i confini invece, la distanza osservata dal palazzo giallo retrostante sarà di 12 metri dai balconi. Per consentire tutto questo, l'amministrazione in cambio ha preteso - è scritto nella convenzione - che la proprietà piantumi, al posto del maestoso eucaliptus, cinquanta alberi, in parte lungo via Ecetra e Quarto, in parte dove stabilirà l'ufficio Parchi e giardini. Non c'è che dire, un gran regalo alla città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA