Omicidio a Minturno, Eduardo Di Caprio interrogato dal giudice

Omicidio a Minturno, Eduardo Di Caprio interrogato dal giudice
1 Minuto di Lettura
Lunedì 28 Gennaio 2019, 12:01

E' stato interrogato questa mattina Eduardo Di Caprio, l'uomo che venerdì pomeriggio alle 18,30 ha travolto e ucciso Cristiano Campanale. La vittima aveva solo 27 anni, e secondo gli inquirenti il delitto è maturato per un debito di circa 1.500 euro. L'omicida, 34 anni, titolare del negozio Sotto Zero, aveva dato appuntamento alla vittima e a suo fratello davanti al suo negozio in via Antonio Sebastiani, è proprio qui che lo ha travolto e ucciso. Cristiano Campanale non è riuscito a mettersi in salvo, mentre il fratello Andrea è riuscito ad evitare di essere travolto dalla Ford Fiesta. La salma del giovane è stata restituita alla famiglia questa mattina, giungerà nella Cattedrale di San Pietro Apostolo intorno alle 13. Seguirà una veglia funebre per l'intera nottata fino a domani, quando saranno celebrati i funerali fissati alle 15 e officiati dal parroco Don Cristoforo Adriano.

Di Caprio nell'interrogatorio di garanzia di questa mattina presso il Tribunale di Cassino, è stato difeso dall'avvocato Domenico Iaderosa del foro di Santa Maria Capua Vetere. L'uomo, nelle ore successive all'arresto, di fronte ai militari dell'Arma che conducono le indagini, non ha risposto alle loro domande e non ha voluto fornire una sua versione dei fatti che sono peraltro stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza del Comune e del negozio di sua proprietà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA