Cinque arresti per immigrazione clandestina, coinvolti dipendente della Prefettura e sindacalista. I nomi

Il questore Spina (al centro) durante la conferenza
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Giugno 2020, 09:05 - Ultimo aggiornamento: 17:22

Un pubblico ufficiale e i punti di riferimento della comunità indiana sul territorio. Erano loro, secondo l'indagine del personale della Questura, a favorire l'immigrazione clandestina in provincia di Latina. Il pubblico ufficiale è un dipendente della Prefettura, Danilo Nigro, associato alla casa circondariale insieme a Munish Kumar, Muhammad Azfal. Domiciliari per Devender Singh Nanda, sindacalista della comunità indiana, mentre una quinta persona è ricercata e altre diciotto sono indagate - a vario titolo - per favoreggiamento


Dalle prime ore della giornata è in corso l’operazione della Polizia di Stato, tesa all’esecuzione di   misure di custodia cautelare per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e corruzione. L'indagine, sviluppatasi nel corso del 2019, ha fatto luce su un collaudato sistema finalizzato ad assicurare l’ingresso o la permanenza illegale nel territorio dello Stato di stranieri, in prevalenza di nazionalità indiana. Sequestrati materiali e supporti informatici utilizzati dal gruppo.
 
 


Perquisizioni da parte di personale della Digos, con il supporto del locale Gabinetto di Polizia Scientifica e del Reparto Prevenzione Crimine Campania.

 
Vedi anche »Operazione contro il caporalato a Latina, plauso unanime dal mondo politico

© RIPRODUZIONE RISERVATA