Elezioni, il centrodestra fa scendere in campo i big

Elezioni, il centrodestra fa scendere in campo i big
3 Minuti di Lettura
Domenica 10 Ottobre 2021, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 17:09

Se apparentamento ci deve essere, deve essere formalizzato in segreteria generale entro le 17.30 di oggi, e a questo stanno lavorando alcuni ormai ex candidati sindaco, le loro liste e i candidati rimasti in lizza per il ballottaggio, Damiano Coletta e Vincenzo Zaccheo.

LA SCELTA
Non è un vero e proprio apparentamento, ma una indicazione di voto, quella che ha dato ieri Antonio Bottoni (Siamo Latina, Legalità e sicurezza, Fiamma tricolore), in favore di Vincenzo Zaccheo. «Nelle scorse ore - scrive Bottoni - siamo stati convocati dal sindaco uscente, Damiano Coletta, e siamo rimasti sconcertati per le proposte non accettabili che abbiamo ricevuto; abbiamo invece letto l'appello che Zaccheo ha inteso rivolgere alla città e per questo, a seguito di interlocuzioni con la coalizione, abbiamo deciso di dare a lui il nostro appoggio. A Zaccheo mi accomuna l'amore per la città che ha manifestato nel suo appello, nonché un programma elettorale pragmatico e completo che è pronto a integrare con le mie proposte, che hanno ispirato le tante battaglie portate avanti dall'associazione Codici contro l'amministrazione Coletta». Il riferimento di Bottoni è in particolare all'associazione Codici di tutela dei consumatori, la cui principale battaglia in questi anni è stata nei confronti della gestione del cimitero, gestione che però fu approvata, con il relativo progetto di finanza vinto da Ipogeo, proprio sotto l'amministrazione Zaccheo.

BONO
Lungo il passaggio del Movimento 5 Stelle, che si è prima affidato al voto di 200 tra iscritti e simpatizzanti sulla propria piattaforma, che ha dato il via ai dialoghi, e poi ai confronti portati avanti dall'ormai ex candidato sindaco, Gianluca Bono. È lui a chiarire come «se dobbiamo fare un apparentamento, lo dobbiamo fare con tutti i crismi, e ci stiamo confrontando sui programmi. Entro domattina (oggi, ndr) al massimo sarà tutto chiaro». Bono non fa nomi, ma il dialogo attualmente in corso appare chiaro sia con Damiano Coletta, che potrebbe quindi spuntare, in vista del ballottaggio, un vero e proprio apparentamento. Sia Bottoni, sia Bono, al primo turno, come candidati sindaco, hanno ottenuto poco più del 3%. A livello di liste, invece, se il M5S da solo ha il 3,28% con 1.954 voti, le tre liste di Bottoni hanno ottenuto rispettivamente l'1,31% (Siamo Latina), lo 0,79% (Fiamma tricolore) e lo 0,42% (Legalità e sicurezza) per un totale di 2,52% con 1.503 voti totali.

COMIZI
Anche se questa seconda parte di campagna elettorale sembra essere ripartita in forma minore, con i due candidati sindaco che si sono quasi incrociati ieri a Latina Scalo, si sta già pensando alle chiusure per la fine della settimana. Il primo ad annunciarla è stato Zaccheo, in favore della cui candidatura arriveranno a Latina, precisamente in piazza del Popolo, mercoledì alle 17.30, tutti i leader nazionali delle formazioni che lo appoggiano: Matteo Salvini (Lega), Giorgia Meloni (FdI), Antonio Tajani (FI), Lorenzo Cesa (Udc), Vittorio Sgarbi.
An.Ap.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA