CORONAVIRUS

Coronavirus, ventesima vittima in provincia: era un dipendente di Acqualatina, aveva 58 anni

Giovedì 16 Aprile 2020
La provincia di Latina piange la ventesima vittima del Coronavirus, la seconda della città di Terracina che ha perso due concittadini a distanza di poche ore. Ieri la morte di un uomo di 78 anni, oggi di un uomo di 58 anni, il primo cittadino terracinese ad essere ricoverato per Covid-19, si trovava al "Santa Maria Goretti" di Latina da marzo. Il suo quadro clinico era delicato, con delle patolgoie pregresse, ma la sua giovane età ha fatto sperare fino all'ultimo in una ripresa, invece le sue condizioni sono peggiorate e oggi è deceduto. L'uomo era un dipendente di Acqualatina, il gestore dei servizi idrici in provincia.

Era risultato positivo ai primi di marzo, si era presentato al pronto soccorso dell’ospedale di Terracina spiegando di aver accusato sintomi da qualche giorno, immediatamente è stato trasferito al Santa Maria Goretti, dove si trovava ricoverato in terapia intensiva. Le sue condizioni erano apparse immediatamente piuttosto gravi, ha combattutto per più di un mese, oggi il suo cuore ha cessato di battere.  Ultimo aggiornamento: 15:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA