Cambio al vertice in Questura: Spina va a Cosenza, a Latina arriva Gargiulo

Cambio al vertice in Questura: Spina va a Cosenza, a Latina arriva Gargiulo
di Laura Pesino
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Novembre 2022, 19:50 - Ultimo aggiornamento: 19:52

Michele Spina lascia la questura di Latina dopo quasi tre anni di intenso lavoro, tra indagini e operazioni contro la criminalità organizzata, controllo del territorio e la pandemia che ha richiesto uno sforzo senza precedenti anche alle forze dell’ordine, al suo posto arriva Raffaele Gargiulo che ha guidato fino ad oggi la Questura di Vibo. 

Raffaele Gargiulo nuovo questore di Latina


Il questore Michele Spina, napoletano di origine e proveniente dal compartimento della polizia ferroviaria, aveva diretto in passato anche i commissariati difficili di Secondigliano e Scampia e nella provincia pontina si era insediato l’8 gennaio del 2020. Nel suo primo discorso, dopo 30 anni di servizio nella polizia di Stato, poche parole e la promessa di conoscere il territorio palmo a palmo. E così è stato. Il primo banco di prova è arrivato per il questore solo qualche mese più tardi, con il Covid che ha travolto la provincia, con il lockdown e poi le zone rosse. Ma le attività di indagine e le operazioni non si sono mai fermate. Proprio in questi anni la questura ha portato a termine arresti eccellenti contro i principali gruppi criminali della provincia, dall’operazione Reset contro il clan Travali, Scarface che ha decapitato un altro ramo della famiglia Di Silvio capeggiato da Giuseppe Romolo, e poi ancora Movida contro altri esponenti delle famiglie rom e l’operazione Moro che più di dieci anni dopo ha chiuso il cerchio sull’omicidio che aprì la faida nel capoluogo.

Il trasferimento del questore Spina era nell’aria ormai da settimane e ieri è arrivata la comunicazione ufficiale del ministero: la sua prossima destinazione sarà la questura di Cosenza, dove prenderà servizio già a partire dal 10 novembre. «Il mio è un bilancio di tre anni di lavoro e di esperienza umana notevoli – dichiara – Mi accompagnano sentimenti complessi, da una parte la gioia per una nuova avventura, difficile e stimolante, dall’altra dispiacere perché lascio una provincia bella dove ho vissuto tre anni molto intensi fatti anche di rapporti umani. Con tutte le istituzioni si è creata una sinergia importante che ha portato a risultati notevoli su tutto il territorio». Il questore rimanda ai prossimi giorni il saluto ufficiale e il suo bilancio professionale e personale. Al suo posto arriva invece Raffaele Gargiulo, originario di Castellammare di Stabia e proveniente dalla questura di Vibo Valentia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA