Banda dei furti, i dieci componenti condannati a cinquanta anni di carcere

Venerdì 31 Gennaio 2020 di Elena Ganelli
Cinquanta anni e un mese di carcere. Queste le condanne a carico di Antonio Bellobuono, Giuseppe Rizzo, Salvatore Quindici, Maria Rosaria Autore, Salvatore Pepe, Salvatore Merolla, Davide Mirra, Pasquale Caiazza, Adele Iannuzzelli e Antonio Cigliano, i dieci componenti della banda dei furti arrestati il 14 febbraio 2018 nell’operazione denominata San Valentino.

La sentenza è arrivata poco fa a conclusione dell’udienza preliminare del gup Mario La Rosa che ha accolto quasi integralmente le richieste avanzate dal pubblico ministero Simona Gentile che nella sacorsa udienza aveva chiesto condanne per complessivi 57 anni. I dieci componenti della banda, tutti residenti a Napoli nel quartiere Traiano, hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato. Erano accusati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di furti in abitazioni e di porto abusivo di armi per una serie di colpi messi a segno non soltanto nel capoluogo pontino ma in altre città del centro Italia e della Campania, compreso quello in via Palermo a Latina nel corso del quale l’avvocato Francesco Palumbo ha ucciso Domenico Bardi e ferito Salvatore Quindici con alcuni colpi di pistola. © RIPRODUZIONE RISERVATA