A 13 anni ubriaca sola in strada e in stato confusionale. «Ha rischiato il collasso», choc a Lecce

Aperta un'indagine, i genitori denunciati per abbandono di minori

A 13 anni ubriaca sola in strada e in stato confusionale. «Ha rischiato il collasso», choc a Lecce
2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Ottobre 2022, 16:33 - Ultimo aggiornamento: 17:02

Ubriaca, a 13 anni. Sola in strada. Sono stati denunciati per abbandono di minori i genitori della 13enne che, nei giorni scorsi, vagava nel centro storico di Taviano (Lecce) in uno stato confusionale ed evidentemente ubriaca. Ad accorgersene sono stati alcuni cittadini che hanno immediatamente chiesto l’intervento dei carabinieri della locale stazione intervenuti sul posto.

Il commento/Adolescenti e coltellate, la tribù dietro i social

Roma, la gang delle "pischelle" che organizza i pestaggi: «Facciamo 3 giorni di rissa»

I soccorsi

Al loro arrivo la 13enne era sola, probabilmente abbandonata dagli amici che avevano trascorso la serata con lei. La ragazzina è stata soccorsa intorno alle 23, barcollava e faticava a respirare. La giovane, che rischiava il collasso, è stata soccorsa dai militari e trasportata presso l’ospedale di Gallipoli dove è stata affidata ai medici del reparto di pediatria. Al suo arrivo non ricordava nulla di quanto accaduto e le sue condizioni cliniche non sono apparse preoccupanti. Tuttavia, i medici del nosocomio salentino hanno deciso di tenerla sotto osservazione per alcune ore in via del tutto precauzionale. I carabinieri hanno immediatamente informato la Procura dei Minori e del caso si è occupata anche la Procura ordinaria.

Denunciati i genitori

Il pubblico ministero Paola Guglielmi ha aperto un fascicolo d’indagine e i genitori sono stati denunciati per abbandono di minori. Sul campo anche i servizi sociali che non hanno rilevato criticità nel contesto familiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA