FEMMINICIDIO

Torino, spara alla moglie e ai gemellini, e poi al cane e si suicida. Morti la donna e uno dei bambini

Lunedì 9 Novembre 2020
Torino, spara alla moglie e ai gemellini, e poi al cane e si suicida. Morti la donna e uno dei bambini

Tragedia familiare a Torino: stamani all'alba un uomo, Alberto Accastello, operaio di 40 anni, ha sparato alla moglie, Barbara Gargano, uccidendola, poi ha rivolto la pistola contro i figli, gemellini di due anni, e al cane e infine si è suicidato. La tragedia è avvenuta intorno alle 5.30 circa, a Carignano, nel torinese. All'interno di una villetta privata, il proprietario 40enne ha esploso alcuni colpi d'arma da fuoco, legalmente detenuta, contro la moglie 38enne, i due figlioletti e il cane, sparandosi subito dopo alla testa. Secondo una primissima ricostruzione dell'accaduto sembra che tra marito e moglie le liti fossero molto frequenti. Potrebbe esserci, dunque, la crisi del rapporto tra marito e moglie dietro la tragedia di questa mattina nel Torinese. È l'ipotesi che sembra emergere dai primi accertamenti dei carabinieri, che indagano sull'omicidio-suicidio di Carignano, nel Torinese. Secondo le prime informazioni, sembra che da qualche tempo ormai la coppia non andasse d'accordo e che le liti fossero frequenti.

 

Tumore, Martina: «A Milano non mi curano». L’invito da Napoli: «Vieni da noi»

Milano, Mr Facile.it e lo stupro a una 18enne: «Era pronto a fuggire col jet»

 

 

Morto uno dei bambini, gravissima la sorellina

 

Pochi minuti fa anche uno dei due figlioletti di 2 anni colpiti da colpi di arma da fuoco sparati dal padre, omicida suicida, è deceduto all'ospedale di Torino. Rimane gravissima la sorellina. Sono, infatti, disperate le condizioni della bambina ferita dal padre, che prima di suicidarsi ha ucciso la moglie e l'altro figlio, gemello della sorellina. La piccola è ricoverata in Rianimazione, all'ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, dove il fratellino è arrivato già morto. Secondo fonti sanitarie ha un gravissimo trauma cranico.

 

 

 

La telefonata al fratello in cui annunciava la tragedia

 

Avrebbe annunciato le sue intenzioni al telefono, in una conversazione col fratello che vive a Racconigi (Cuneo), il 40enne che all'alba ha sparato alla moglie e ai figli gemelli, uccidendo la donna e uno dei due bambini, prima di suicidarsi. È quanto emerge dai primi accertamenti dei carabinieri sulla tragedia avvenuta questa mattina in una villetta di Carignano, in Borgata Ceretto. L'uomo, secondo le prime informazioni, faceva l'operaio; la pistola utilizzata era legalmente detenuta.

Video

 

 

 

I vicini hanno lanciato l'allarme

 

La donna è stata trovata cadavere dai carabinieri che, allertati dai vicini, hanno sfondato la porta, mentre i 2 figli, due gemellini, sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale in gravissime condizioni. L'uomo nonostante l' assistenza medica del 118 è morto dopo poco. Sul posto i carabinieri per i rilievi scientifici.

 

"Lockdown totale", i medici: le terapie intensive al collasso

L'ultimo allarme è dell'Ordine dei Medici : non c'è tempo da perdere, serve un lockdown nazionale, la situazione è fuori controllo. Il professor Walter Ricciardi , consigliere del Ministero della Salute, ospite di Che tempo che fa : "Questa è una tragedia nazionale annunciata.


 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 11:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA