CORONAVIRUS

Lorena Quaranta uccisa dal fidanzato, nuova inchiesta. «Troppa gente ai funerali»

Sabato 4 Aprile 2020
Lorena Quaranta uccisa dal fidanzato, nuova inchiesta. «Troppa gente ai funerali»

Un intero paese sotto choc per la morte di Lorena Quaranta, la 27enne studentessa universitaria che è stata uccisa dal suo fidanzato. Ma proprio sull'enorme partecipazione ai funerali ha aperto un fascicolo la Procura di Agrigento, al momento senza notizia di reato, né indagati, per appurare se sia stata una partecipazione spontanea e incontrollabile o se organizzato. Troppa gente, quindi, ha partecipato, ieri a Favara (Ag), all'addio a Lorena Quaranta: la 27enne laureanda in Medicina che è stata uccisa, a Furci Siculo (Me), dal fidanzato Antonio De Pace di Vibo Valentia.

Coronavirus, studentessa uccisa a Messina, il compagno: «L'ho fatto perché mi ha trasmesso il virus»
 

 

Le immagini della cerimonia, fatte di fotografie tratte da social network, fanno parte del fascicolo. Indagano i carabinieri della tenenza di Favara. Sia davanti la casa della ragazza, al passaggio del carro funebre, che vicino al cimitero, ieri pomeriggio, si è radunata tanta gente. Favaresi sotto choc per la tragedia di Lorena, ma che non avrebbero potuto stare in strada per effetto del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri per contenere il rischio contagio da coronavirus. Il sindaco di Favara, Anna Alba, che, con tanto di fascia tricolore, è stata presente alla «liturgia della parola», condividendo l'idea di un giornalista, aveva invitato sui social network i suoi concittadini a stringersi al dolore dei familiari di Lorena esponendo lenzuola bianche dai balconi.

Messina, studentessa di Medicina strangolata dal compagno. L'ultimo post di Lorena sul Coronavirus: «Amate la vita»
 

Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani