Tuffo nel lago di Garda dopo la festa, morta la 19enne bellunese

Mercoledì 17 Giugno 2020
1
Silvia Doriguzzi, 20 anni, morta nel lago di Garda

VERONA - Una ragazza bellunese di 19 anni, Silvia Doriguzzi, è morta ieri notte a Peschiera del Garda (Verona). La ragazza si è tuffata nel lago, dopo una festa con amici, ma non è più risalita. A soccorrerla e portarla a riva un ispettore della Polaria di Villafranca di Verona, libero dal servizio. È morta però poche ore dopo in ospedale: Silvia si trovava a Peschiera per il lavoro che doveva iniziare come barista in un locale della zona.

LEGGI ANCHE Luna, morta a 15 anni. «Chissà dove sarai adesso»: la straziante lettera dei compagni di classe

L'agente ha allertato i Carabinieri di Peschiera dopo aver visto la ragazza cadere in acqua. È intervenuta una pattuglia che, assieme a un amico della giovane e all'ispettore di polizia, hanno avviato immediate ricerche nella zona. La ragazza è stata individuata esanime sotto un pontile. I soccorritori si sono tuffati per riportarla sulla spiaggia; la giovane era in arresto cardiaco e i Carabinieri hanno avviato subito le procedure di respirazione artificiale, alternandosi senza mai fermarsi per 10 minuti fino all'arrivo dei sanitari del 118 che hanno proseguito con la manovra per altri 20 minuti, fino a quando non è ripreso il battito cardiaco.


 

La festa e il tuffo: Silvia ha battuto la testa

La giovane - che risiedeva a Igne di Longarone - è stata trasportata all'ospedale «Pederzoli» di Peschiera del Garda, dove è stata ricoverata in gravi condizioni. Le successive indagini hanno permesso di ricostruire che la ragazza, dopo una serata in compagnia di amici nella quale probabilmente ha abusato di sostanze alcoliche, nel fare un tuffo ha battuto la testa e ha perso i sensi, restando sott'acqua per diversi minuti, divenuti fatali.

Chi era la vittima

Silvia Doriguzzi, originaria di Pieve di Cadore residente a Longarone, aveva appena 19 anni: sabato avrebbe iniziato il lavoro come barista al bar Filò di Peschiera del Garda, nel Veronese. Ieri mattina è morta dopo un tuffo nel lago, che le è stato fatale. Una serata con gli amici, le risate, qualche bicchiere in più per festeggiare, prima di iniziare la stagione: poi la notte è finita in tragedia. Silvia Doriguzzi avrebbe compiuto 20 anni a settembre. Era residente a Igne di Longarone, con la mamma Giulia Zambon e il compagno di lei. Aveva frequentato l'istituto Da Vinci di Belluno, ma poi aveva lasciato la scuola. Aveva fatto un'estate come animatrice nella Flamingo, sempre sul Garda. Si era innamorata di quelle zone e ora era domiciliata a Peschiera. Doveva iniziare il nuovo lavoro, proiettata verso il futuro. Ma tutto è finito con quel maledetto tuffo. 

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 09:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA