MALTEMPO

Maltempo, grandinata record a Pescara: 20 feriti. Auto sommerse in ospedale, sub in azione

Mercoledì 10 Luglio 2019
Maltempo, a Pescara chicchi di grandine come arance: 18 feriti e auto distrutte

Violenta grandinata a Pescara e su parte della costa abruzzese, con chicchi grandi come arance. Venti le persone fino ad ora finite in pronto soccorso per le ferite provocate dalla grandinata. In ospedale anche una donna incinta, con ferite al volto e al capo. I pazienti hanno riportato contusioni e ferite, principalmente al capo, e sono tutti da suturare. Nel capoluogo adriatico, in particolare, il fenomeno ha provocato danni consistenti: auto e tetti danneggiati, parabrezza e vetri infranti.

Catania, incendio alla Plaia: bagnanti evacuati con i gommoni

Sommozzatori in azione. Una ventina di automobili sono sommerse da circa 2 metri d'acqua nel parcheggio dipendenti dell' ospedale di Pescara, struttura di proprietà del Comune e gestita da una cooperativa. Il parcheggio, secondo le testimonianze, si è riempito d'acqua rapidamente. I sommozzatori sono in azione. «Ragionevolmente non dovrebbero esserci persone nelle auto perché il guardiano ci ha detto che non c'era nessuno e le luci accese dei mezzi sono dovute al corto circuito provocato dall'acqua», dice il manager Asl Armando Mancini.

A Pescara è stato attivato il Centro operativo comunale (Coc) per gestire l'emergenza maltempo. Il sindaco, Carlo Masci, parla di un fenomeno straordinario, «una pioggia così intensa preceduta da una grandinata violentissima. La città - dice - è impraticabile. Vigili e operai sono tutti in strada, ma non sono sufficienti a gestire l'emergenza. Ho già contattato la Regione per ottenere la richiesta di risarcimento danni».

I DANNI I vetri del Palazzo del Comune sono stati sfondati dalla forte grandine, così come le coperture in plexiglass della sede di Economia dell'Università di Chieti-Pescara, racconta all'AdnKronos Claudio Mastrangelo, segretario provinciale dei Giovani Democratici di Pescara. La biblioteca della struttura, dove numerosi studenti stavano studiando, è stata prontamente evacuata e gli ingressi transennati. Annullate anche le lauree in programma per la giornata odierna.

Situazione critica all'ospedale di Pescara. L'acqua ha invaso il piano terra e ha costretto allo stop delle sale operatorie. Sono in corso verifiche sugli ascensori per valutare se è possibile gestire le urgenze. Completamente allagati i seminterrati. Fuori uso le cucine, la farmacia e i parcheggi. Nel parcheggio dipendenti l'acqua ha raggiunto i due metri: decine le auto distrutte. Alcune persone sono riuscite a mettersi in salvo dai veicoli trascinati dall'acqua.
 


 

Strade ridotte a fiumi in più punti del capoluogo adriatico. In pieno centro acqua fino a 10cm. Disagi alla viabilità. In tilt i centralini dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale, che stanno gestendo le numerose richieste di intervento. Ai colli si è creata una frattura nel manto stradale e il sindaco, Carlo Masci, ha attivato la somma urgenza per il ripristino.
 

Sulla superstrada che da Teramo conduce al mare automobili ferme in coda per scarsa visibilità. Nei centri abitati si segnalano danni alle automobili, molte con il parabrezza sfondato dalla grandine.
 

Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 07:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma