MILANO

Neve nel Nord Italia, a Milano donna travolta dal crollo di un palo: alberi caduti, autostrade paralizzate

Lunedì 28 Dicembre 2020
1
Neve nel Nord Italia, a Milano donna travolta dal crollo di un palo: alberi caduti, autostrade paralizzate

Neve e gelo nel nord Italia. Milano si risveglia sotto la neve. Disagi in tutta la città. Una donna è rimasta ferita a causa del crollo di un palo che l'ha travolta per strada. È accaduto pochi minuti prima delle 9 in via Raffaello Sanzio all'altezza del civico 21, quando, a seguito di una caduta di un albero, che ha colpito le linee aeree dei tram, uno dei 'pali reggifilò che le sostengono è caduto a terra. Secondo le prima informazioni del 118 la donna ha riportato un trauma cranico, ma sarebbe cosciente e, sempre secondo i soccorritori, non in pericolo di vita. Anche altre città lombarde sono ricoperte da qualche centimetro di neve. 

Maltempo, allerta neve da Milano a Foggia: rischio valanghe in Veneto, fiocchi a bassa quota in Toscana

La nevicata interessa tutta la regione, ad eccezione della pianura Sud orientale dove cade mista a pioggia. Il capoluogo lombardo, che da oggi torna all'allerta 'arancionè, appare all'alba ancor più silenzioso, mentre la neve continua a scendere senza sosta. Secondo le previsioni però le precipitazioni dovrebbero terminare già nel pomeriggio e nei prossimi giorni sono previste giornate con cielo coperto o poco nuvoloso. «Dal pomeriggio di lunedì - precisa Arpa Lombardia - attenuazione ed esaurimento delle precipitazioni in pianura, deboli sui rilievi fino a martedì, quindi in esaurimento».

Centrali operative di Vigili del fuoco e Polizia locale sono in affanno per numerosi interventi dovuti alla neve, soprattutto a causa di alberi caduti e rami spezzati, ma anche di luminarie e ponteggi pericolanti, o a pezzi di cornicioni in bilico. Al momento, secondo il 118, non vi sarebbe nessun ferito grave, ma la Polizia locale sconsiglia di avventurarsi nelle aree verdi. In via Raffaello Sanzio linee del tram bloccate per due alberi che cadendo hanno tranciato i cavi aerei, e per l'intraversamento di due mezzi pesanti in via Varsavia. Interruzione sulla linea 16 e modifiche di percorso con interruzioni sulle linee del '12' e del '19'. Previsti autobus sostitutivi. Marco Granelli, Assessore alla Mobilità, ha reso noto sul suo profilo Facebook che oggi i parchi recintati rimarranno chiusi. «Nella centrale operativa di via Drago è in corso il coordinamento del sistema neve, dato che in città sono caduti circa 15 cm di neve e che nevicherà fino alle 12 - si legge - In servizio 200 mezzi per liberare e salare le strade, 150 persone nei punti critici come gli ingressi delle fermate della MM e dell'Atm, gli ospedali, e di 50 pattuglie della Polizia Locale». La metropolitana è regolare. 

 

Torino

Nevica dalla scorsa notte anche su tutto il Piemonte e, come previsto, anche Torino si è risvegliata imbiancata. È l'effetto di una vasta 'saccaturà di origine polare marittima, in discesa dal Nord, che hanno fatto scattare l'allerta: arancione sul settore orientale e, in particolare, sul basso alessandrino; gialla sul resto della regione. Gli accumuli previsti vanno dai 4 centimetri di Torino ai 25-30 del basso alessandrino. Nevica in tutti i capoluoghi, con le precipitazioni che tenderanno a esaurirsi entro il pomeriggio, salvo nevischi irregolari su alte valli alpine. Primi disagi sulle autostrade, in particolare nell'Alessandrino e nel Cuneese in direzione della Liguria. Trenitalia ha annunciato l'attivazione del piano di allerta meteo, con la cancellazione di 38 treni regionali durante la giornata, soprattutto verso la Liguria, ma sono sospesi anche alcuni regionali in partenza da Milano e diretti a Torino. 

Vicenza

Durante la notte è iniziata a scendere la neve a Vicenza, come annunciato. Il piano neve comunale è stato attivato dalle 3 con la salatura preventiva dei punti sensibili. I 9 mezzi attualmente in servizio, si legge in una nota del Comune, proseguono con la loro attività di salatura e pulizia delle strade. Possibili accumuli tra gli 8 e i 15 centimetri, come previsto dal bollettino Arpav regionale che segnala una fase di nevicata intensa nella prima parte di oggi. Dalle 5 è attivo anche il numero di telefono dedicato all'emergenza neve: 0444955660. Il servizio di Protezione civile comunale sta monitorando l'evolversi del fenomeno.

Valtellina

Mezzi spazzaneve e spargisale in azione dall'alba nche in Valtellina e Valchiavenna, investite da una forte ondata di maltempo con fitte nevicate anche sul fondovalle. Il capoluogo, Sondrio, si è svegliato stamani sotto la neve. Diversi i passi alpini chiusi o percorribili unicamente con catene montate. Il timore ora, oltre a quello legato alla transitabilità delle strade, in particolare quelle dei paesi a mezza costa sulle montagne, è anche di un possibile esodo verso il fondovalle di mandrie di cervi e camosci per cercare cibo e vincere il gelo della notte. 

 

Liguria

A Genova prevista Allerta nivologica gialla fino a mezzogiorno. In particolare, per tutta la durata dell'allerta saranno monitorati i principali corsi d'acqua del territorio comunale da parte dei volontari di Protezione Civile e della Polizia locale. Inoltre, a seguito dell'allerta neve, Amiu è stata allertata per predisporre il passaggio di mezzi spargisale, 20 wuelli pronti a intervenire, lungo la viabilità principale e nelle zone collinari. I Municipi e i volontari di Protezione civile sono stati allertati per interventi di 'salaturà sui percorsi pedonali La Polizia municipale ha rafforzato il servizio di pronto impiego su eventuali situazioni critiche collegate con l'allerta, Amt ha attivato le misure fi monitoraggio della circolazione dei mezzi pubblici. Infine, sono state contattate le associazioni del territorio che collaborano con il Comune per il piano di accoglienza delle persone senza fissa dimora. 

 

Disagi in autostrada

Forti disagi alla viabilità nel Basso Piemonte a causa delle nevicate di queste ore. Code e rallentamenti sono segnalati, in particolare, sulla A26, in direzione del capoluogo ligure, all'altezza del bivio con la A7. «Genova è il porto più importante d'Italia, realizza il metà dei traffici del Paese. È inaccettabile che l'autostrada attraverso cui passano le esportazioni delle aziende piemontesi venga gestita in questo modo», protesta Mino Giachino, ex sottosegretario ai Trasporti e leader dell'associazione Si Tav SI Lavoro a lungo bloccato questa mattina sulla A26. «Occorre inoltre uniformare il segnale Isoradio - aggiunge - per avere sempre informazioni aggiornate sul traffico». Disagi anche sulla A6 Torino-Savona, dove è entrato in vigore il blocco dei tir sopra le 7,5 tonnellate diretti a Savona, che devono uscire a Carmagnola. Rischio gelo sulla A32 Torino-Bardonecchia.

Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre, 06:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA