DPCM

Pub resta aperto contro il Dpcm a Lignano Sabbiadoro: «La polizia? Non mi ha multato»

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Nicole Cavazzuti
2
Il pub resta aperto contro il Dpcm: il caso a Lignano Sabbiadoro

Sono sempre di più i gestori di bar e ristoranti che si ribellano al nuovo Dpcm. «Se proseguiamo così per molti settori non c'è futuro. Non possiamo pensare di combattere la crescita dei contagi da covid-19 in questo modo, con mini lockdown», afferma Francesco Dalle Crode, titolare del King Pub di Lignano Sabbiadoro (Udine). Dalle parole alle azioni. 

LEGGI ANCHE Dpcm, tensioni a Torino, Napoli e Milano: 2 fermati. Proteste anche a Roma. Sale l'allerta del Viminale

Per protestare contro il nuovo decreto che impone la chiusura di bar e ristoranti alle ore 18, Dalle Crode ha deciso di restare aperto fuori orario. La reazione dei cittadini? Solidale. Non solo hanno partecipato alla manifestazione in piazza, ma si sono recati numerosi al locale. E hanno pure dichiarato la volontà di dividere un'eventuale multa. Per ora nessuna sanzione, comunque. «Sono arrivate le forze dell’ordine ma si sono rifiutatate di verbalizzare», racconta il titolare.

«Ho quasi 30 dipendenti cui devo dare risposte, certezze. Nelle prossime ore valuteremo se proseguire o meno con questa strategia. Sono consapevole che le forze dell'ordine debbano fare il proprio lavoro ma anche fermamente convinto della necessità di fare sentire la nostra voce», spiega.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 00:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA