Catania, la figlia 15enne registra l'audio del padre mentre picchia la madre. E lo fa arrestare

Mercoledì 27 Novembre 2019

Minaccia la moglie e le lancia contro piatti e stoviglie, senza però colpirla. L'aggressione è registrata, in audio, dalla figlia 15enne della coppia che la invia con uno smartphone a una sorella maggiorenne, che non vive con loro, assieme al messaggio 'chiedi aiutò. Arrivano così sul posto carabinieri del nucleo Radiomobile del comando provinciale di Catania, allertati dal 112, che arrestano in flagranza di reato un pregiudicato di 44 anni per maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate, reati commessi nei confronti della moglie di anni 37.

All'aggressione avevano assistito due figli minorenni della coppia, la quindicenne e suo fratello di 16 anni, che hanno ricostruito l'accaduto, assieme alla madre, ai militari dell'Arma. Ai carabinieri la ragazzina ha anche consegnato l'audio dell'accaduto. L'uomo è stato arrestato e, in attesa della decisione dell'Autorità giudiziaria, posto agli arresti domiciliari, ma nell'abitazione della sua famiglia d'origine.

Anna, stuprata e trovata morta. La sorella: «L'hanno uccisa ma non ci sarà processo per omicidio»
 

Ultimo aggiornamento: 13:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma